Tata

Tata Nano, le ragioni delle scarse vendite

Avreste mai pensato che un’auto potesse rivelarsi un fallimento perché costa troppo poco? Ebbene, è quello che sta succedendo alla Tata Nano, la piccola vettura indiana lanciata sul mercato nel luglio del 2009, che ben presto potrebbe subire un profondo rinnovamento finalizzato a migliorare le sue vendite. In quasi quattro anni, infatti, sono stati venduti solo 229.157 modelli di Nano: una cifra nettamente inferiore alle aspettative. Se a questi dati si aggiunge il fatto che la richiesta, mese dopo mese, è andata incontro a una diminuzione continua, con il mese di marzo appena passato che ha fatto registrare un crollo addirittura dell’86 %, risulta evidente che la strategia di marketing e di sviluppo del costruttore indiano non ha riscontrato il successo sperato.

tata-nano Tata Nano, le ragioni delle scarse vendite

Il motivo del parziale insuccesso è semplice da spiegare: venendo proposta a soli 2mila euro, è ovvio che la Tata Nano presenti diverse parti poco rifinite e ben pochi elementi utili. Il progetto Nano non verrà abbandonato, ma bisognerà intervenire in maniera profonda, anche perché, come ha avuto modo di sottolineare Karl Slym, managing director del marchio asiatico, “ormai il pubblico pensa alla Nano come a un modello a metà strada tra un’utilitaria e una moto, venendo però snobbata sia dagli automobilisti che dai motociclisti”. Tata, quindi, potrebbe decidere di migliorare il livello qualitativo complessivo della vettura, magari traendo ispirazione dalla Tata Pixel, concept presentata durante il Salone di Ginevra del 2011. La macchina meno costosa del mondo, insomma, potrebbe cambiare look e prezzi nei prossimi mesi.

17 Aprile 2013 0 comments Tata

Salone di Ginevra 2013: le proposte di Tata

Tata-indica-vistaTDi Salone di Ginevra 2013: le proposte di Tata

Al Salone di Ginevra che in questi giorni sta attirando l’attenzione dei media di tutto il mondo, non manca uno stand Tata. Il marchio propone, ai visitatori della kermesse svizzera, la Mpv Tata Aria, disponibile in Italia con un motore turbodiesel 2.2 di cilindrata da 150 cavalli e picco di coppia di 320 Newton metro, in trazione integrale permanente o anteriore. La vettura, che accoglie comodamente sette persone, si contraddistingue per un design gradevole e moderno, ed è ideale anche per tragitti particolarmente lunghi, in virtù del suo abitacolo spazioso e confortevole. Il motore è lo stesso che fino a qualche anno fa impiegava il gruppo Peugeot – Citroen. Il prezzo, sul mercato italiano, è di 21.850 euro, che diventano 25.980 per il modello con trazione integrale.
Read more ›

12 Marzo 2013 0 comments Tata

Auto economiche sotto i 10.000 euro: listino settembre 2011

dacia_sandero Auto economiche sotto i 10.000 euro: listino settembre 2011

Sul mercato italiano sono solo 16 le auto con il listino prezzi che parte dal prezzo base inferiore ai 10.000 euro. La maggior parte sono di origine asiatica, ma non mancano le proposte europee, come la Dacia Sandero che è la vettura più economica del mercato con il listino che parte da 6.950 euro in versione base. L’utilitaria romena ha la carrozzeria a 5 porte ed è disponibile con i motori 1.2 16V a benzina e diesel 1.5 dCi, entrambi da 75 CV di potenza, anche in abbinamento agli allestimenti Ambiance e Blackline. Inoltre, la gamma comprende la versione ‘tout terrain’ Stepway, proposta con i propulsori 1.6 da 85 CV anche GPL e 1.5 dCi da 90 CV. La Casa di Pitesti produce anche un’altra vettura venduta sotto i 10.000 euro, ovvero la station wagon Dacia Logan MCV, in vendita a partire da 8.950 euro nella versione base. Questa vettura è disponibile nelle versioni con abitacolo a 5 e 7 posti, mentre la gamma delle motorizzazioni è composta dalle unità 1.6 da 85 CV anche a GPL e 1.5 dCi da 75 e 90 CV.

seat_ibiza_sc_auto_economiche Auto economiche sotto i 10.000 euro: listino settembre 2011

Le altre vetture europee rientranti in questa categoria sono la Seat Ibiza SC e la Skoda Fabia, entrambe disponibili con il motore 1.2 a benzina da 60 CV, ma in una formula completamente differente: infatti, la spagnola ha la carrozzeria coupé a 3 porte ed è in vendita a partire da 9.950 euro, mentre la vettura ceca ha la classica carrozzeria a 5 porte ed è proposta al prezzo base di 9.990 euro. Citroen e Peugeot, invece, propongono le rispettive C1 e 107 ai prezzi base di 9.750 euro e 9.945 euro. Entrambe le vetture sono disponibili nelle varianti a 3 e 5 porte, nonché con il motore a benzina 1.0 da 68 CV, in abbinamento al cambio sequenziale CMP per la prima e 2Tronic per la seconda. Le due citycar francesi hanno la gemella Toyota Aygo, proposta al prezzo base di 9.300 euro.

Read more ›

Tutte le citycar e utilitarie a GPL in vendita in Italia

serbatoio_gpl Tutte le citycar e utilitarie a GPL in vendita in Italia

Anche se in leggera flessione rispetto agli anni passati, il mercato delle auto a GPL tiene sempre banco in Italia, data anche l’offerta abbastanza articolata. Infatti, sono disponibili con questa alimentazione sia le citycar che le SUV. Inoltre, le versioni a GPL rappresentano un asso nella manica delle Case automobilistiche cinesi che si sono affacciate sul nostro mercato. Tuttavia, la nazionale Fiat è colei che offre la gamma più vasta di vetture a gas, in quanto composta da ben 6 modelli.

Per quanto riguarda le citycar e le utilitarie, il segmento A è popolato dalle varie Chevrolet Spark, Daihatsu Cuore, Fiat 500 e Panda, Hyundai i10, Martin Motors Bubble, Suzuki Alto e Tata Vista. La Spark Eco Logic è in vendita al prezzo base di 11.100 euro ed è disponibile con i motori 1.0 da 68 CV e 1.2 da 82 CV, mentre la Cuore Green Powered costa 12.720 euro ed è equipaggiata con il propulsore 1.0 da 69 CV. Invece, le italiane Panda e 500 sono disponibili entrambe con il motore 1.2 da 69 CV in abbinamento alla denominazione EasyPower e in vendita rispettivamente a partire da 12.050 euro e 13.250 euro. La i10 BlueDrive GPL costa 11.600 euro ed è proposta con il propulsore 1.0 12V da 68 CV, mentre la cinese Bubble GPL costa 11.400 euro ed è mossa dal motore 1.1 16V da 68 CV. La Alto GPL con il propulsore 1.0 da 68 CV è la più economica del gruppo con il prezzo base di 9.900 euro, mentre la indiana Vista Bi Fuel GPL con il 1.4 da 75 CV costa 11.520 euro.

Read more ›

I 10 grandi Gruppi automobilistici del mondo

Per poter sopravvivere ora e in futuro, le Case automobilistiche hanno intensificato le collaborazioni che hanno portato a vere e proprie partnership o acquisizioni. L’odierno scenario automobilistico mondiale rivela che i grandi Gruppi del settore sono solo 10, di cui uno è il Gruppo cinese che fa capo a Geely che lo scorso anno ha acquistato Volvo.

Gli altri sono Fiat Chrysler, Daimler AG, Volkswagen, BMW, General Motors, Toyota, Ford, Hyundai e Tata. Il Gruppo Fiat Chrysler comprende 9 grandi Case automobilistiche come Abarth, Alfa Romeo, Ferrari, Fiat, Jeep, Lancia, Maserati, Chrysler e Dodge. Invece, il Gruppo Volkswagen controlla Audi, Bentley, Bugatti, Lamborghini, Porsche, Seat, Skoda, Suzuki e Volkswagen, mentre alla ex numero 1 General Motors fanno capo Chevrolet, Opel, Cadillac, Buick e GMC. La ex numero 2 Ford Motor Company adesso controlla solo Lincoln, Mazda e Ford.

mercato_automobilistico_mondiale I 10 grandi Gruppi automobilistici del mondo

Read more ›

Tata a GPL: prezzi e modelli

Dal listino Tata di gennaio 2009, vi proponiamo tutte le auto della casa automobilistica indiana, che montano di serie l’impianto di alimentazione a GPL.
logo-tata Tata a GPL: prezzi e modelli
Per ora due modelli hanno l’alimentazione a GPL di serie e sono: la Indica e la Indigo, che montano un motore 1.4 a doppia alimentazione benzina o GPL. Concretezza e bassi costi di esercizio caratterizzano i modelli Tata. Read more ›

20 Gennaio 2009 0 comments Alimentazione a GPL, Tata