Auto consigli / Auto ed ecologia / Sicurezza stradale

Pressione pneumatici e dispositivi TPMS

Spesso sottovalutati, gli pneumatici sono tra i componenti più importanti della nostra auto, ai fini dei consumi di carburante e della sicurezza.

Sono l’unico contatto che un’auto, anche se piena di dispositivi super tecnologici, ha con la strada.

bmw-run-flat-1 Pressione pneumatici e dispositivi TPMS

CONTROLLARE LA PRESSIONE DEGLI PNEUMATICI

Controllare la pressione di gonfiaggio delle “gomme”, è una operazione semplicissima. Ad esempio lo può fare gratis, il nostro benzinaio, se si ha poca confidenza con compressori e valvole.

UNA PRESSIONE BASSA PUO’ AUMENTARE I CONSUMI FINO AL 15%

Una pressione sotto il livello previsto dal libretto di uso e manutenzione dell’auto, può comportare un aumento dei consumi fino al 15%! Quindi controllate spesso la pressione delle gomme, almeno una volta al mese.

NUOVI DISPOSITIVI TPMS

Per chi acquista un’auto nuova, oggi vi sono nuovi dispositivi in grado di monitorare la pressione degli pneumatici e segnalare anomalie direttamente, tramite la strumentazione interna dell’auto.

Ad esempio le auto dotate di pneumatici “Run Flat” (pneumatici che permettono di continuare a guidare anche con la gomma forata), li montano di serie obbligatoriamente.

Tale categoria di accessori, è denominata TPMS (Tyre Pression Monitoring System) ovvero sistema di monitoraggio della pressione degli pneumatici.

TPMS DI TIPO DIRETTO ED INDIRETTO

Esistono dispositivi TPMS di vari tipi, di vari livelli di complessità e prezzi ma si possono riassumere in due tipologie principali: diretti ed indiretti.

I TPMS diretti, sono i migliori in assoluto, poichè sono sensori collocati all’interno di ogni singolo pneumatico, del quale inviano in tempo reale, il valore di pressione al quadro strumenti.

In questo modo il conducente, può tenere sempre sotto controllo visivo, la pressione di tutti e quattro gli pneumatici. In caso di anomalia, è immediatamente individuabile il pneumatico sgonfio.

I TPMS indiretti, invece, sfruttano i sensori dell’ABS e nell’eventualità di anomalia, la segnalano al conducente senza indicare, però, il pneumatico che si è sgonfiato. Per cui una volta segnalata l’anomalia, è necessario effettuare un successivo controllo manuale, che deve essere tempestivo.

Potrebbe interessarti anche...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*