Varie

Pit Bike: per adulti e bambini

Le pit Bike sono arrivate in Italia da non molto tempo ma questo fenomeno ha avuto un successo inaspettato. I maggiori rivenditori come Mobsterpitbike hanno notato come il mercato delle piccole due ruote sia partito da una piccola nicchia fino ad arrivare a conquistare una grossa fetta nel mercato del motociclismo.

Il successo è dovuto dai costi contenuti sia dei mezzi che della manutenzione degli stessi ma a causare il grande riscontro positivo nella comunità degli amanti delle due ruote è stato lo spirito delle pit bike e il divertimento che esse garantiscono.

Sono i mezzi perfetti per adulti e bambini che vogliono divertirsi su una moto, magari in un bel weekend tra amici durante una grigliata, per puro divertimento, per avvicinarsi al mondo del motociclismo o per soddisfare il desiderio di competere nelle gare ufficiali. Insomma, qualunque sia il vostro obbiettivo le pit bike lo soddisferanno.

Che cosa sono le pit bike

L’ idea di una moto dalle dimensioni ridotte e dai costi contenuti nasce negli Stati Uniti. Infatti la Honda CRF50 che veniva utilizzato nelle pit line e nei paddock dei campi da motocross è il modello che ha ispirato questa idea.

Subito non ebbe gran successo a causa della bassa qualità dei primi modelli di pit bike ma quando intorno agli anni 2000 il video, poi diventato virale, “50nuts” dove dei ragazzi si riprendono con una telecamera mentre fanno salti, gare amatoriali, derapate durante una grigliata e bevendo qualche birra tra amici, i produttori iniziarono a vedere il potenziale delle piccole due ruote, immaginando quanto “grandi” potessero diventare.

Le differenze tra una moto normale ed una pit bike sono poche. La misura ridotta dei vari modelli e delle loro ruote sono le prime differenze ma a livello tecnico quello che le differenzia è il motore a sbalzo. Questo è un motore a quattro tempi, monocilindrico, orizzontale e senza culla chiusa del telaio, ovvero senza il pezzo di connessione tra il canotto di sterzo e il motore o il telaio della pit bike.

Tipologie di pit bike e dove girare

Ci sono varie tipologie di pit bike ma si possono racchiudere i 3 macro categorie. Le minicross sono adatte allo sterrato grazie alle ruote tassellate, poi abbiamo la versione motard con le ruote lisce adatte ai circuiti in asfalto ed infine le Sunday.

Queste ultime sono una versione piuttosto recente adatte alle gare flat truck, sono quindi delle pit bike dal design retrò adatta a correre su circuiti sterrati, battuti e semicircolari che permettono ai rider di alternare rettilinei veloci a curve in derapata. Ma nulla vi impedisce di utilizzarle in altri modi o su altri terreni.

I posti per girare non sono così scontati. Si consiglia di girare nei circuiti dedicati o nei cartodromi in modo da avere un ambiente sicuro e controllato intorno ma le alternative ci sono. Spesso si gira su terreni privati chiedendo semplicemente il consenso del proprietario, nei giardini privati, sentieri poco frequentati o zone libere da troppe persone o mezzi.

Ricordiamo anche che le pit bike non sono omologate per la circolazione su strade pubbliche ma ci sono modelli adatti alle modifiche necessarie per omologarle.

Potrebbe interessarti anche...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*