Altri articoli

Costo di un’auto elettrica

Il futuro dell’auto, nonostante tutto, è green attraverso il progressivo abbandono della produzione di veicoli che sono alimentati a benzina e diesel. Da questo punto di vista sono stati già fatti su scala globale importanti passi in avanti con la produzione dei modelli ibridi, ma con il passare degli anni è lecito attendersi il pieno successo sul mercato dell’auto elettrica anche perché i costi di produzione si stanno abbassando gradualmente.

Questo significa che il costo di un’auto elettrica tenderà ad essere sempre più basso mentre a crescere saranno le stazioni di ricarica che rappresentano ad oggi la maggiore criticità per la circolazione dei veicoli a zero impatto ambientale. Restringendo il campo alla Economia Italia , nel nostro Paese i modelli di auto elettrica più venduti nel 2016 sono stati la Nissan Leaf, la Tesla Model, la Renault Zoe, la Citroën C-Zero e la BMW i3.

auto-elettrica-di-lusso Costo di un'auto elettrica

Tra le vetture citate, la Renault Zoe spicca per essere una delle auto elettriche che, presenti sul mercato, sono ideali per il grande pubblico considerando che i prezzi attualmente partono da 22 mila euro. Guidare un’auto elettrica come la Zoe della Renault significa non solo viaggiare a zero emissioni, ed al 100% del comfort di guida, ma anche a zero rumore. Il mezzo è inoltre facile da ricaricare ed ha un’autonomia che è pari a ben 400 km.

Entro la fine del 2017, intanto, grandi novità sono attese in casa Nissan, proprio per quel che riguarda le vetture ad alimentazione elettrica, in quanto è atteso sul mercato lo sbarco della nuova Leaf. Rispetto al precedente modello, la nuova Nissan Leaf, grazie alla batteria da 60 kWh, sarà in grado di percorrere con una singola ricarica fino a 250 km. Al momento non è ancora noto il prezzo di listino, ma in ogni caso la nuova Leaf della Nissan sarà venduta sul mercato con una garanzia avente una durata pari a ben 8 anni o 160 mila chilometri.

Con prezzi che partono invece da 30 mila euro, presto anche in Italia sarà possibile acquistare la Tesla Model 3 che è già in vendita negli Stati Uniti a partire da 35 mila dollari. La Tesla Model 3 è una macchina elettrica che, nonostante il prezzo relativamente accessibile, è molto sofisticata a livello tecnologico considerando che è dotata di ben 12 sensori a ultrasuoni, sette telecamere ed un radar anteriore con l’obiettivo di garantire al conducente ed ai passeggeri un elevato grado di sicurezza contro le collisioni grazie anche ad un efficiente sistema di frenata autonoma. Inoltre, sebbene sia un’auto elettrica, la Tesla Model 3  spicca anche per prestazioni in quanto è in grado di accelerare da 0 a 100 in  5.6 secondi a fronte di una velocità massima che sfiora i 210 chilometri orari.

Per chi non volesse aspettare l’arrivo in Italia della Tesla Model 3, e non ha problemi di portafoglio, è possibile acquistare anche in Italia la Tesla Model S che è una berlina elettrica disponibile pure con la batteria da 75 kWh a fronte di un prezzo di listino che sfiora i 100 mila euro. La Tesla Model S non è quindi un’auto elettrica per tutte le tasche anche perché per accelerare da 0 a 100 km/h servono appena 2,7 secondi!

8 settembre 2017 0 comments Auto ed ecologia

Modelli auto 2017 a metano, le vetture del momento da acquistare

Al ritorno dalle ferie, magari dopo aver trascorso una lunga vacanza estiva con gli spostamenti effettuati con la propria vettura, spesso è necessario prima un controllo, e poi un eventuale cambio gomme auto. Ma ci sono anche tanti automobilisti che decidono di tornare al lavoro con una macchina nuova, ragion per cui vediamo quali sono i nuovi modelli in uscita e quelle che possono essere le migliori occasioni d’acquisto dal mese di settembre del 2017, e fino alla fine dell’anno.

cambio-gomme Modelli auto 2017 a metano, le vetture del momento da acquistare

Ad esempio, per chi vuole dire addio alle motorizzazioni a benzina o diesel, e puntare al risparmio di carburante, sul mercato attualmente ci sono tanti modelli a metano che si possono acquistare anche attraverso gli incentivi che vengono offerti dalle case automobilistiche attraverso la rete dei concessionari.

Read more ›

30 agosto 2017 0 comments Auto Accessori e Gadget

Volkswagen e-Bulli fa rivivere il mito, quando sarà in vendita il transporter ?

Ampi spazi modulabili e design vintage, sono questi i punti forti di e-Bulli, il transporter Volkswagen che sarà riproposto nella versione elettrica su piattaforma modulare per veicoli elettrici MEB. Se state già programmando le vacanze con gli amici dovete aspettare un po’ perché non sarà disponibile prima del 2022. Read more ›

28 agosto 2017 0 comments News Auto, Volkswagen

Le 5 più belle auto di lusso

Per gli amanti delle quattro ruote possedere un’auto di lusso  quasi sempre rappresenta un sogno, in quanto i prezzi di acquisto sono proibitivi. Ma non si può di certo impedire di sognare e di ammirare quelle che sono le macchine più belle del mondo. Magari sognare di andare a bordo di una macchina di lusso a Las Vegas e tentare la fortuna piuttosto che accedere al casino online nuovi .

Aston-Martin-Vanquish-Coupè Le 5 più belle auto di lusso

Ci sono almeno cinque macchine di lusso che gli amanti delle quattro ruote vorrebbero avere in garage, ovverosia l’Aston Martin Vanquish Coupé, la Ferrari F430 Scuderia, la Lamborghini Reventòn, la Maserati GranTurismo e la Bugatti Veyron Pur Sang. Chiaramente è sempre difficile in fatto di auto stilare delle classifiche che siano oggettive, ma di sicuro quelle sopra indicate sono tra le 5 più belle auto di lusso sotto tanti aspetti, dalla velocità massima agli accorgimenti estetici, e passando per la forza e la grande appetibilità del brand.

Per esempio, la Ferrari F430 Scuderia è l’emblema del lusso a quattro ruote made in Italy, così come la Lamborghini Reventòn è una vettura che è in grado di solleticare la fantasia di molti uomini. Che dire poi della Aston Martin Vanquish Coupé, una vettura splendida con il suo stile sportivo, e della Maserati GranTurismo che, a firma del designer Pininfarina, spicca da un lato per le sue curve sinuose ed eleganti, e dall’altro per il suo carattere grintoso. Tra le macchine da sogno rientra pure la splendida Bugatti Veyron Pur Sang anche perché in circolazione nel mondo ci sono pochissimi esemplari.

Oltre alla Ferrari, alla Bugatti, alla Lamborghini, alla Maserati ed alla Aston Martin, ci sono anche tanti altri brand di auto di lusso, e tra questi Porsche, Mercedes, Jaguar, Rolls-Royce, Bentley, BMW e Audi. Rispetto al passato, tra l’altro, molte auto di lusso non vengono più prodotte con l’alimentazione a benzina, ma nelle versioni ibride con il motore elettrico e con il motore termico che lavorano in sinergia fra di loro. Grazie all’evoluzione tecnologica registrata negli ultimi anni nel settore automobilistico, infatti, le vetture supercar ad alimentazione ibrida offrono prestazioni che sono molto vicine alle auto di lusso con motorizzazione a benzina con il vantaggio del risparmio dei costi sul carburante al quale si aggiunge pure la riduzione delle emissioni di anidride carbonica (CO2).

Ferrari-F430-Scuderia Le 5 più belle auto di lusso

Le più belle auto di lusso offrono peraltro sui consumi il setup potendo optare per una guida sportiva, con maggiori consumi, oppure per la modalità ‘Eco’ che con un pieno può permettere anche di coprire distanze fino a 600 chilometri grazie al sistema di recupero dell’energia in frenata.

Le vetture di lusso, che sono dette anche supercar, e che rappresentano il sogno di molti automobilisti, a livello fiscale sono definite tali quando superano i 185 Kw di potenza. Al di sopra di tale livello di potenza, tra l’altro, scatta una sovrattassa che è legata al possesso del veicolo, ovverosia quello che viene definito come superbollo. Dal 2012, in accordo con quanto riporta l’Agenzia delle Entrate attraverso il proprio sito Internet, il superbollo, da parte di chi possiede un’auto di lusso, deve essere pagato entro i termini di pagamento previsti per il bollo auto. L’importo da versare è attualmente pari a 20 euro per ogni Kw di potenza che eccede la soglia sopra indicata, ovverosia quella dei 185 Kw.

28 agosto 2017 0 comments Aston Martin, Auto Fuoriserie

Qualità o convenienza se si acquistano pneumatici cinesi?

Da qualche anno ormai i produttori di pneumatici cinesi hanno lanciato il guanto di sfida al mercato europeo, proponendo prodotti di qualità a prezzi competitivi. Se fino a poco tempo fa le coperture cinesi erano sinonimo di costo ridotto ma anche di qualità non al top, oggi la prospettiva è decisamente cambiata e molti automobilisti se ne stanno accorgendo.

pneumatici-cinesi Qualità o convenienza se si acquistano pneumatici cinesi?

La produzione cinese non è più fatta solamente di pneumatici che a livello qualitativo restano un passo indietro rispetto alla concorrenza europea e americana, ma presenta anche pneumatici all’altezza delle esigenze e delle richieste dei clienti al di fuori dei confini orientali, prodotti all’avanguardia che competono ad armi pari con quelli delle aziende più famose e apprezzate. Un’inversione di tendenza piuttosto rapida che, secondo Mario Pieve di Gomme-Auto.it, in pochi anni ha permesso alla produzione cinese di colmare il gap, grazie alle aziende emergenti che proprio sulla qualità e sullo sviluppo tecnologico hanno deciso di investire le loro risorse per “aggredire” il mercato europeo come avviene anche in altri ambiti, dove la Cina sta modificando in suo favore i rapporti di forza.

Pneumatici cinesi: lo sviluppo fa la differenza

Il merito delle giovani aziende è stato quello di capire che la differenza la fanno l’innovazione e la qualità e non solo i prezzi concorrenziali; certo, l’intuizione da sola non basta: i produttori cinesi possono fare affidamento sui finanziamenti pubblici che lo Stato mette a loro disposizione, un “boost” economico di cui le aziende produttrici di altri Paesi non possono disporre, dato che si parla di miliardi di euro. In questo modo i produttori che operano in Cina si trovano a disposizione budget sostanziosi da investire in ricerca e sviluppo, per proporre gomme di alta qualità in grado di fare concorrenza ai prodotti top di gamma che dominano il mercato dei pneumatici principalmente in Europa ma anche negli Stati Uniti.

Così si spiega la scalata al mercato europeo nelle vendita di pneumatici negli ultimi anni, capaci di farsi apprezzare non più solo per i prezzi contenuti ma anche per la qualità elevata che consente loro di rivaleggiare con i produttori premium europei. E se in passato i pneumatici provenienti dalla Cina potevano competere sono nella fascia bassa del mercato, oggi sono presenti in maniera incisiva sia nella fascia media che in quella dei top di gamma; un ampliamento della proposta molto importante della quale si possono avvantaggiare gli automobilisti, che sul web hanno la possibilità di acquistare i pneumatici cinesi per la propria vettura, constatando i grandi passi avanti fatti dalle aziende del “Paese del Dragone” in termini qualitativi. Al giorno d’oggi, dunque, può essere decisamente conveniente puntare sul web per comprare pneumatici cinesi, che offrono alta qualità ad un costo decisamente contenuto.

Acquistare pneumatici sul web

I passi da seguire per acquistare pneumatici cinesi sul web sono gli stessi che si seguirebbero per le gomme delle aziende europee: nei siti specializzati come gomme-auto.it si possono trovare informazioni complete sulle coperture cinesi, i risultati dei test eseguiti da riviste ed enti del settore e le opinioni degli automobilisti che hanno già acquistato in passato quel tipo di pneumatico. Insomma, tutte le coordinate di cui necessita un automobilista prima di comprare i pneumatici per la propria vettura.

Le gomme cinesi non sono più un “oggetto misterioso” come poteva accadere in passato, ma vengono esaminate attentamente dagli organi di controllo europei e sottoposti agli stessi test che devono affrontare le coperture realizzate in Europa. Di conseguenza i pneumatici cinesi che si possono trovare nei siti dei rivenditori specializzati godono di tutti i requisiti indispensabili, senza i quali non potrebbero essere messi in vendita. E i pareri positivi degli automobilisti che hanno acquistato prodotti cinesi per la propria auto sono il miglior biglietto da visita per le aziende orientali emergenti che hanno deciso di investire sulla ricerca e sullo sviluppo.

Pneumatici cinesi di qualità: LuckyLand AG01 AllSeason

Fra i pneumatici cinesi che si stanno mettendo in luce nel mercato europeo troviamo i LuckyLand AG01 AllSeason, prodotti da Winmax Tyre International Inc, una delle aziende emergenti in Cina che ha puntato forte su ricerca e sviluppo. Il frutto del lavoro e degli investimenti è questo pneumatico all season, la prima gomma quattro stagioni realizzata interamente in Cina. Offre performance elevate e massima sicurezza in tutte le condizioni, sia in inverno che in estate.

Può vantare la dicitura M+S, ovvero “Mud+Snow”, e la certificazione 3PMSF (3 Peak Mountain Snow Flake), che stanno a significare come la gomma sia perfettamente in grado di affrontare asfalto con pioggia, neve, fango e ghiaccio e le basse temperature tipiche della stagione invernale. La sua efficacia è altrettanto elevata in estate, grazie alla mescola ricca di silice in grado di ridurre il calore generato durante l’utilizzo nei mesi più caldi, che garantisce una maggiore durata del pneumatico. I LuckyLand AG01 AllSeason possono essere acquistati sul sito di gomme-auto.it a partire dal prezzo di 36,90 euro.

Milemore MP02

Un altro prodotto di punta di Winmax Tyre International è il Milemore MP02, un pneumatico premium e “high performance” che coniuga prestazioni al top con una lunga durata, senza per questo scendere a compromessi, e con un prezzo alla portata di tutte le tasche. Anche in questo caso la mescola è stata arricchita con silice, che permette di ridurre la resistenza al rotolamento con un conseguente risparmio nel consumo di carburante. Il disegno del battistrada è stato studiato per favorire lo smaltimento dell’acqua in caso di strada bagnata. L’etichetta europea per questo pneumatico riporta la gradazione B per quel che concerne la frenata su strada bagnata e la lettera B anche in fatto di consumi di carburante.

Nei test condotti dalle riviste specializzate gli spazi di frenata di questo pneumatico sono risultati al vertice della sua categoria. A livello costruttivo, i componenti chimici impiegati nella sua realizzazione sono totalmente sicuri come certificato dal rispetto della normativa REACH, che garantisce che gli elementi chimici presenti in un prodotto non sono dannosi né per l’ambiente né per l’uomo. Il Milemore MP02 è presente nel sito di gomme-auto.it e può essere acquistato a partire da 42,90 euro per la misura 185/60 R15.

Salva

28 agosto 2017 0 comments Auto Accessori e Gadget

Come si fa la Disdetta dell’Assicurazione Auto

Se hai trovato una polizza più conveniente di quella che possiedi puoi scegliere di passare tranquillamente ad un’altra compagnia. Con la soppressione del tacito rinnovo, il cliente oggi è libero di cambiare assicuratore senza preavviso, ovviamente nei tempi stabiliti dal contratto.

La legge ha lavorato molto in questo senso per rendere più trasparente e flessibile il mercato delle polizze auto.

disdetta-assicurazione-auto-e1503771299141 Come si fa la Disdetta dell’Assicurazione Auto
Effettuare la disdetta assicurazione auto è più semplice di quel che si crede, proprio grazie a queste normative recenti che consentono di cambiare con facilità e senza troppi adempimenti burocratici. L’eliminazione della clausola del tacito rinnovo rende più facile e veloce il passaggio ad altra compagnia.

CONTRATTO RC AUTO SENZA TACITO RINNOVO

Il contratto di responsabilità civile per la nostra auto potrebbe includere o meno una clausola sul tacito rinnovo. Se il contratto non include un tacito rinnovo esso si conclude alla scadenza della polizza e l’assicurato non è tenuto a nessuna comunicazione all’agenzia per effettuare un cambio di compagnia. Sarà sufficiente attendere la scadenza del contratto e avviare la nuova polizza rc auto con la compagnia prescelta. Questa è la situazione più comune, in quanto il tacito rinnovo non è più previsto dal 2012.

Read more ›

26 agosto 2017 0 comments Assicurazioni Auto, News Auto

Confronto Mercedes-Benz Classe GLA Vs BMW X1

In questo articolo mettiamo a confronto le caratteristiche fondamentali di Mercedes GLA versione 2017 e BMW X1 sempre nella nuova versione del 2017.

Il segmento delle SUV compatte è, nel mercato automobilistico europeo, il più gettonato del momento. A questa tendenza non sono rimasti immuni nemmeno i premium brand tedeschi, dato che sono presenti anche Mercedes-Benz con la Classe GLA (recentemente sottoposta al restyling di metà carriera) e BMW con la nuova X1. Esteticamente, le due vetture sono molto simili nelle dimensioni. Infatti, la Mercedes-Benz Classe GLA è lunga 442 cm e larga 180 cm, mentre la BMW X1 è lunga 44 cm e larga 182 cm. Pressoché identica l’ampiezza del passo, pari a 270 cm per la SUV della Stella e 267 cm per la rivale bavarese. Quest’ultima, tuttavia, è più alta, con i 160 cm di altezza contro i 152 cm della concorrente.

suv_bmw_X1_2017 Confronto Mercedes-Benz Classe GLA Vs BMW X1
La BMW X1 vince la sfida del bagagliaio, con la capacità minima di oltre 500 litri e la capienza massima di 1.550 litri, contro i rispettivi 421 litri e 1.235 litri della Mercedes-Benz Classe GLA.

Read more ›

Confronto Hyundai Tucson Vs Nissan Qashqai

Hyundai Tucson e Nissan Qashqai sono due protagoniste nel segmento delle SUV compatte ed economiche, come dimostrano anche i dati di vendita. Nel 2016, infatti, sul mercato italiano sono state immatricolate 22.894 unità di Tucson, contro 28.832 esemplari della Qashqai.

A livello di dimensioni, la Hyundai Tucson è lunga 448 centimetri, larga 185 centimetri e alta 165 centimetri, mentre il passo misura 267 centimetri. La Nissan Qashqai è più compatta, in quanto è lunga 438 centimetri, larga 181 centimetri, alta 159 centimetri ed ha il passo che ammonta a 265 centimetri.

Tucson_ABC_Car_of_the_year_in_Spain.resize2-e1491731353188 Confronto Hyundai Tucson Vs Nissan Qashqai
Read more ›

9 aprile 2017 0 comments Hyundai, Nissan

Confronto Alfa Romeo Stelvio Vs Audi Q5

Alfa Romeo Stelvio Vs Audi Q5: lo scorso novembre 2016, all’ultima edizione del Salone di Los Angeles, Alfa Romeo ha presentato in anteprima mondiale la Stelvio, inedita SUV di dimensioni intermedie.

Questo mese, invece, all’ultimo Salone di Ginevra, è stata presentata la versione europea, già disponibile sul mercato italiano. La nuova Alfa Romeo Stelvio compete direttamente con le SUV tedesche di medie dimensioni, vale a dire la BMW X3, la Mercedes-Benz Classe GLC e, soprattutto, la nuova Audi Q5, quest’ultima anch’essa fresca di introduzione.

stelvio-vs-q5-1 Confronto Alfa Romeo Stelvio Vs Audi Q5
A livello di dimensioni, Alfa Romeo Stelvio e Audi Q5 sono molto simili. La SUV italiana è lunga 469 cm, larga 190 cm e alta 165 cm, mentre la SUV tedesca è lunga 466 cm, larga 189 cm e alta 166 cm. Il passo, invece, è identico, in quanto ammonta a 282 cm per entrambe.
Read more ›

30 marzo 2017 0 comments Alfa Romeo, Audi

Fiat 500 Forever Young in Edizione Limitata per il Sessantesimo Anniversario

Forever Young, è questo lo slogan scelto da Fiat per riproporre, ancora una volta sul mercato italiano e non solo, l’auto che più di ogni altra ha caratterizzato la storia automobilistica del nostro Paese, la Fiat 500.

Nata nel 1957 e prossima al suo sessantesimo compleanno, la Fiat 500 viene riproposta in questa versione in edizione limitata Forever Young, con un design in grado di richiamare i modelli che l’hanno preceduta e una tecnologia innovativa che vuole dare risposte alle moderne esigenze di guida.

170301_Fiat_500_01-e1490651726640 Fiat 500 Forever Young in Edizione Limitata per il Sessantesimo Anniversario
I festeggiamenti per l’importante anniversario sono iniziati il 9 marzo Salone di Ginevra. Per l’occasione l’auto è stata esposta al pubblico e da quella data è stato possibile prenotarla.
E prenotarla è davvero importante perché, a differenza della sua antenata, passata alla storia per essere stata la prima auto destinata alla grande massa, 500 Forever Young è in edizione limitata.

Read more ›

27 marzo 2017 0 comments Fiat