Auto anticipazioni / Auto ed ecologia / Auto Ibride ed elettriche

Auto elettriche: Pininfarina Bluecar 2010

Dopo anni in cui l’auto elettrica è stata vista prevalentemente come puro esercizio ingegneristico, le case automobilistiche iniziano a guardare con maggiore realismo a questo tipo di propulsione. L’ultima in ordine di tempo è l’italiana Pininfarina.

pininfarina-bluecar-2010-esterni Auto elettriche: Pininfarina Bluecar 2010

In collaborazione con i francesi della Bollorè, che forniranno le batterie, produrrà la Bluecar, un’auto elettrica che verrà proposta, almeno inizialmente, con l’innovativa formula nel noleggio tutto compreso.

Pagando una rata mensile di 333 euro, si potrà guidare la Pininfarina Bluecar, inclusa assistenza 24 ore su 24. La Bluecar sarà prodotta nello stabilimento torinese di Pininfarina. Si prevede una produzione di 2.000 unità nel 2011, per arrivare a 10.000 unità nel 2013.

La Pininfarina Bluecar sarà disponibile entro un anno, inizialmente in sei paesi europei, tra cui l’Italia. Successivamente sarà esportata anche in Nord America ed Asia.

pininfarina-bluecar-2010-interni Auto elettriche: Pininfarina Bluecar 2010

Per quanto riguarda il motore elettrico, sarà alimentato da batterie agli ioni-litio, ricaricabili in circa 5 ore da una comune presa di corrente. L’autonomia prevista è di 250 km.

Potrebbe interessarti anche...

12 Comments

  1. Fantastico, finalmente qualcosa si muove. Avviate la produzione di massa!!! siamo stanchi di auto che ci ammazzano i polmoni.

  2. Francesco says:

    Una bella notizia. E Renault ha già avviato la produzione in massa. Il futuro respirabile è GIA’ qui!

  3. Non vedo l’ora di aquistare un auto elettrica
    perche non Mi importano le prestazioni ma il risparmio!!!!!!!!!

  4. Era ora ma costa ancora troppo.
    Ma col freddo come ci si scalda?
    Appena possibile elimino la punto per una elettrica.

  5. finalmente !!!!!. basta spendere soldi in macchine concettualmente vecchie anche se le case automobilistiche continuano proporre auto con design piu innovativo con 10000 filtri per inquinare meno visto che a cambiare il filtro antiparticlato costa un vaccaio di soldi, e alla fine sono sempre i soliti motori a scoppio visti e rivisti ma comunque inquinanti e che bevono un sacco di carburante…..

  6. se pininfarina aspetta ancora un po’ come sempre ci vedremo superare dalle case estere, che delusione, sto aspettando di poterne acquistare una considerato che le caratteristiche sembrano buone e la percorrenza è la maggiore in assoluto su tutte le concorrenti. sono d’accordo con il commento che le auto nuove sono sempre ugualmente inquinanti e consumano come quelle degli anni 80.

  7. ricordo a tutti che i governi si sovvenzionano co n i proventi dei carburanti per un bel 70% di tasse e quindi è impensabile che nell arco di poco tempo arrivino auto elettriche nonostante tutte le aziende le abbino già pronte,nonostante esistano batterie ad alto rendimento come quelle al magnesio, nonostante esistono le auto ad aria compressa,nonostante esistano le celle a combustibile,nonostante……………

  8. a conti fatti viene a costare di piu’ alla anno di una auto a benzina di piccola cilindrata..
    333 euro al mese sono troppi..

  9. Buongiorno avrei il piacere di contattarvi, ho delle proposte da farvi,per migliorare l’auto.
    Saluti Aliano.

  10. Era ora . .
    ma quanto tempo ancora dovremmo aspettare?
    e quanto dovremmo spendere x queste auto?
    spero che non siano troppo care, con i tempi che corrono.. -.-

  11. RICCARDO says:

    se la vendono a e. 10.000 avra’ un successone. sbrigatevi a produrle!

  12. Ma non avete capito che esce solo a nolleggio??? (333 euro al mese) come minimo se la vendono vi chiedono 100 mila euro

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*