Auto storie / Lamborghini

Auto e miti: Ferruccio Lamborghini

Ferruccio Lamborghini, nacque il 28 aprile del 1916 a Renazzo di Cento, un paese in provincia di Ferrara, in quella fetta di Emilia Romagna considerata a ragione la patria dei motori italiani.

ferruccio-lamborghini-1 Auto e miti: Ferruccio Lamborghini

IMPRENDITORE VISIONARIO E PRAGMATICO

Lamborghini è stato un uomo di quelli fuori dal comune, un imprenditore visionario ma anche razionale e prudente, uno che grazie alla sua passione per la meccanica e per le auto, ha costruito uno dei miti italiani dell’automobilismo, riconosciuti ed apprezzati in tutto il mondo.

PASSIONE PER LE AUTO E LA MECCANICA

Ferruccio Lamborghini aveva avuto fin da piccolo la passione per la meccanica  e lo dimostrò anche nello studio, laureandosi in Ingegneria all’Università di Bologna.

Nel 1946, dopo la Seconda Guerra Mondiale, durante la quale era stato anche prigioniero, aprì la sua prima officina, vicino Renazzo. Nel suo laboratorio-officina assemblava trattori agricoli, ricavandoli pezzo per pezzo da vecchi mezzi militari.

Disse che l’idea gli era venuta addirittura durante il suo viaggio di nozze. Grazie alla sua lungimiranza, Lamborghini, aveva intravisto il business dei trattori, in una regione come l’Emilia Romagna che, soprattutto dopo la guerra, registrava una grande carenza di mezzi agricoli.

Iniziò quindi la produzione in serie di trattori e la cosa funzionò, la Lamborghini Trattori S.p.A., divenne negli anni sessanta, una delle più grandi fabbriche di trattori in Italia.

ferruccio-lamborghini-2 Auto e miti: Ferruccio Lamborghini

NON SOLO TRATTORI

Nel 1960, dopo un viaggio negli Stati Uniti, Il vulcanico Ferruccio, fondò un’altra azienda, la Bruciatori S.p.A., che produceva impianti di condizionamento e riscaldamento ed anche questa ebbe un grande successo. Ma nonostante i successi, Lamborghini non era uno che si sedeva sugli allori ed allora fu travolto da un’altra delle sue passioni: le auto sportive.

Possedeva, infatti, una invidiabile collezione di Jaguar, Mercedes, Ferrari e Maserati, tutte queste automobili, però, non riuscivano a soddisfare il suo perfezionismo ed ognuna di loro aveva per lui qualche difetto.

1963: NASCE LA AUTOMOBILI FERRUCCIO LAMBORGHINI S.P.A.

Iniziò allora a pensare di costruire lui, le automobili “perfette”, con tutte le caratteristiche che aveva sempre sognato. Fu la nascita di un nuovo successo. Nel maggio del 1963 nacque a Sant’Agata Bolognese, un paese tra Modena e Bologna, la Automobili Ferruccio Lamborghini S.p.A.. La nuova fabbrica fu completata in un solo anno.

LA CESSIONE DELLA FABBRICA

Nei primi anni settanta, però, la crisi petrolifera e la depressione dei mercati, si fecero sentire e Lamborghini, in difficoltà soprattutto con la sua azienda di trattori, decise di vendere il 51% della fabbrica di automobili ad un Gruppo svizzero.

Un anno dopo cedette il rimanente 49% dell’azienda di automobili. Nello stesso momento fu ceduta anche l’azienda che produceva trattori, acquisita dal gruppo SAME.

Ferruccio Lamborghini decise così di tenere solo il ramo di azienda che produceva impianti di riscaldamento, costituendo una nuova Società: la Oleodinamica, a capo della quale mise il figlio Tonino.

ferruccio-lamborghini-3 Auto e miti: Ferruccio Lamborghini

IL RITIRO NELLA SUA TENUTA IN UMBRIA

Lamborghini, quindi, si ritirò nella sua tenuta di 32 ettari in Umbria, vicino al lago Trasimeno, dove produceva vino, un’altra delle sue passioni insieme a quella per le auto ed il buon cibo. Anche in questo caso fu un successo, infatti, il suo vino rosso è ad oggi considerato, a livello internazionale, un vino di altissima qualità.

Ferruccio Lamborghini fu nominato Commendatore e Cavaliere del Lavoro, morì nel 1993 e riposa nella sua Renazzo dove era nato.

Potrebbe interessarti anche...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*