Alimentazione a GPL / Auto ed ecologia / Mercato automobilistico

Auto a GPL 2012

auto-a-gpl-2012 Auto a GPL 2012

La vendita di auto alimentate con GPL (Gas Petrolio Liquefatti) sta aumentando considerevolmente negli ultimi anni e molti sono coloro che scelgono di installare un impianto GPL sulla loro autovettura alimentata a benzina. Il continuo aumento dei prezzi dei carburanti tradizionali porta sempre più automobilisti a valutare l’acquisto di un’auto a GPL. Prima di scoprire i modelli GPL delle maggiori case automobilistiche per questo 2012, cerchiamo di capire i vantaggi e gli svantaggi di questa scelta.

I vantaggi di un impianto GPL

Sembrerà banale ma è sempre ai primi posti tra le motivazioni che spingono gli automobilisti a scegliere auto a GPL e si tratta del risparmio. Nonostante il GPL consumi circa il 20% in più di altri carburanti, infatti, il suo costo è notevolmente inferiore e solitamente circa la metà per litro di quanto si è invece costretti a spendere per un rifornimento con benzina.
L’assenza di benzene e piombo all’interno del combustibile, inoltre, rendono l’auto alimentata a GPL davvero molto ecologica visto che il rifiuto di combustione non è particolato e non si contribuisce, così, all’aumento dello smog nelle nostre città. Il grande contributo dato all’ambiente permette quindi di circolare anche durante eventuali blocchi del traffico e di accedere ad interessanti agevolazioni quando si sceglie di acquistare una nuova auto a GPL, soprattutto se con questa si sostituisce una vettura estremamente inquinante come le meno recenti Euro 0 o Euro 1.

Nonostante molti storcano il naso di fronte al GPL per la paura che una bombola di gas liquido possa essere estremamente pericolosa, bisogna sottolineare che l’auto a benzina modificata con impianto GPL a norma e soprattutto le auto fornite dalla casa produttrice con impianto GPL già installato sono assolutamente sicure poiché fornite di un sistema creato con materiali robusti e resistenti a sollecitazioni di gran lunga maggiori di quelle che l’auto può subire, anche in caso di incidente.
Data la gran confusione che ancora si fa in tema di parcheggi, sarà bene sottolineare che le auto a GPL con sistema di sicurezza ECE/ONU 67.01 possono tranquillamente essere accolte nei parcheggi sotterranei fino al primo piano interrato.

Gli svantaggi di un’auto a GPL

Gli svantaggi di una vettura alimentata a GPL sono sicuramente inferiori ai vantaggi che può portare una scelta del genere ma vanno comunque sottolineati affinché l’acquirente possa fare una scelta quanto mai in linea con le proprie reali esigenze.
Primo grande problema di un’auto a GPL è lo spazio nel bagagliaio. La bombola di gas liquido, infatti, è inserita proprio nel portabagagli al posto della ruota di scorta con un serbatoio toroidale e per la ruota mancherà quindi una giusta collocazione. Il dover collocare il serbatoio nel bagagliaio, inoltre, limita la sua grandezza che non sarà maggiore dei 35 litri. Per quanto detto prima circa i consumi leggermente superiori rispetto alla benzina, quindi, chi percorre molti Km al giorno sarà costretto a frequenti rifornimenti.

Altra nota dolente riguarda proprio il numero di stazioni di servizio abilitate all’erogazione di GPL. Fortunatamente, però, il loro numero è in costante aumento soprattutto nelle città più densamente popolate.
Ultima pecca che molti automobilisti riscontrano dopo l’acquisto di un’auto a GPL è la diversa resa del motore rispetto ad un’auto benzina o diesel. La potenza, infatti, sembra sensibilmente inferiore rispetto agli stessi modelli alimentati con altri carburanti ma il problema sembra ormai quasi del tutto risolto visto che le nuove auto con GPL vengono ideate e costruite con motorizzazioni in grado di superare questa limitazione.

Importante ricordare che il costo di un impianto GPL su un’automobile a benzina non è tanto basso e può oscillare tra i 1.500 ed i 2.500 euro. Ciò nonostante la spesa iniziale sembra essere ammortizzata nel giro di pochi mesi grazie all’enorme risparmio per quanto riguarda il rifornimento.

Dopo questo sguardo d’insieme sui pro e i contro delle auto alimentate con GPL, vediamo ora i maggiori modelli GPL per questo 2012.

Lancia Ypsilon Unyca a GPL

Il marchio Lancia, alla ribalta grazie alla recente uscita sul mercato della nuova Ypsilon, metterà in vendita quest’anno anche una versione GPL della nuova Lancia Ypsilon Unyca a 5 porte. Il nuovo modello, già disponibile a benzina , metano e gasolio, sarà disponibile in questa nuova versione con un’unica motorizzazione a doppia alimentazione benzina/ GPL con 1.2 cc di potenza e 69 Cv a partire da 14.600 euro.

Volkswagen Bi-fuel

Anche il marchio tedesco lancia i suoi modelli più conosciuti con nuove motorizzazioni alimentate a benzina e GPL. Novità gradita e sicuramente degna di nota è la Polo abbinata ad un motore 4 cilindri da 1.4 cc e ben 85 Cv per non perdere nulla in prestazioni. Il serbatoio, da ben 52 litri, permette di fare il pieno di GPL senza però rinunciare allo spazio nel bagagliaio. Grazie agli incentivi statali sarà possibile acquistare la nuova Volkswagen Polo Bi-fuel allo stesso prezzo del benzina a partire da 12.600 euro.

Il grande risparmio Fiat GPL

La gamma di automobili del marchio italiano alimentate a GPL è davvero notevole e tutte eccellono per i severi test cui sono sottoposte per vendere ai propri clienti un prodotto sicuro ed affidabile. Dall’esperienza dei tecnici Fiat nascono quindi la Punto Evo 2012 con motore 1.4 cc da 77 Cv ed Euro 5 a partire da 14.580 euro, la Grande Punto 2012 POP con motore Easy Power 1.4 da 77 Cv a partire da 13.850 euro e la nuova Idea Easy Power Bi-Fuel 1.4 da 78 Cv a partire da 15.080 euro.

Citroen e le sue GPL

Grandi auto anche per la casa francese che stupisce con C3 Picasso, C4 e DS3 alimentate a GPL. Per la C3 Picasso sarà disponibile una motorizzazione 1.4 VTi da 95 Cv al prezzo di 18.750 euro. La Citroen C4 sarà invece presentata con motori 1.6 cc e addirittura 120 Cv di potenza ad un prezzo base di 19.650 euro. La DS3, infine, avrà come versione GPL un motore da 1.4 cc e 95 Cv e sarà venduta a partire da 17.050 euro.

Potrebbe interessarti anche...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*