Articoli di: Redazione

Noleggio a Lungo Termine di Veicoli Commerciali: Facilità e Convenienza

 Noleggio a Lungo Termine di Veicoli Commerciali: Facilità e Convenienza

Il noleggio a lungo termine dei veicoli commerciali è una soluzione sempre più gettonata dalle aziende e dai privati attivi nel settore della logistica, ma non solo. Questo tipo di soluzione sta crescendo in maniera esponenziale, convincendo migliaia di aziende e liberi professionisti a richiedere preventivi personalizzati. Vediamo in cosa consiste e quali sono le sue caratteristiche principali.

Come Funziona il Noleggio a Lungo Termine e Quali Sono le Sue Caratteristiche?

Questa forma di noleggio permette di beneficiare dell’uso esclusivo di Van, veicoli commerciali e furgoni per un periodo di tempo e per un chilometraggio annuo stabiliti al momento della stipula del contratto. Tutto ciò che il cliente è tenuto a rispettare è il pagamento del canone fisso mensile. All’interno di questo canone sono inclusi tutti quei servizi ritenuti essenziali da chi si occupa di mobilità, ovvero:

  • Gestione dei sinistri e delle multe
  • Assistenza stradale 24 ore su 24 e 7 giorni su 7
  • Manutenzione ordinaria, incluso il tagliando e le revisioni
  • Manutenzione straordinaria, comprensiva di tutti quegli interventi extra necessari ad elevare la sicurezza in fase di guida (freni, lampade, stop, spazzole tergicristallo, etc.)
  • Copertura assicurativa completa, che include polizza RCA, infortuni al conducente 
  • Esonero parziale per danni accidentali, furto e incendio
  • Customer Service.

Oltre ai servizi appena elencati è possibile aggiungerne altri due:

  • Pronta consegna di un veicolo sostitutivo in caso di malfunzionamenti e sinistri
  • Servizio di sostituzione pneumatici, incluso lo stoccaggio stagionale.

I Vantaggi del Noleggio a Lungo Termine

Scegliere questa tipologia di noleggio può essere la soluzione perfetta per tantissime attività e i motivi sono diversi. Il primo riguarda la possibilità di beneficiare di vantaggi fiscali in termini di deducibilità di imposte dirette.

Basti pensare che per alcune categorie, detraibilità e deducibilità dell’IVA possono arrivare fino al 100%. Il secondo vantaggio sta nella facilità di gestione dell’accordo: nel contratto di noleggio lungo termine veicoli commerciali, infatti, la maggior parte degli oneri gestionali legati ai veicoli, tra cui riparazioni e manutenzione, spettano alla società che offre il noleggio.

Questo vuol dire che il titolare di un’impresa o di partita IVA che sceglie questa tipologia di accordo non dovrà fare altro che concentrarsi sul proprio business, senza doversi preoccupare della flotta.

E cosa dire dell’elevata qualità dei veicoli messi a disposizione? Il noleggio a lungo termine offre l’accesso a furgoni acquistati di recente, ciò significa che il beneficiario potrà usufruire di tecnologie all’avanguardia e di tutte le caratteristiche di sicurezza più avanzate, ottimizzando la propria capacità di trasporto e consegna.

Inoltre, questa soluzione consente di accedere a veicoli dotati di allestimenti ad hoc, pensati appositamente per l’attività che dovranno supportare. Ovviamente, anche gli allestimenti sono inclusi nel canone fisso mensile.

È possibile personalizzare il noleggio in base alle proprie esigenze e a quelle dei propri dipendenti. 

L’Importanza della Certezza dei Costi

Chi sceglie di noleggiare un veicolo commerciale a lungo termine sa in anticipo quanto spenderà. Una volta stabilito il canone, questo è destinato a restare immutato fino al termine del contratto. Inoltre, il noleggio a lungo termine non ha alcun legame con i classici finanziamenti; di conseguenza, non risente dell’oscillazione dei tassi.

In tal modo, sarà molto più semplice stabilire in anticipo il budget da destinare alla mobilità, senza essere costretti ad affrontare imprevisti dell’ultimo minuto. Le spese assicurative e di manutenzione sono già incluse nel canone fisso mensile, ma i vantaggi economici non finiscono qui, poiché il contraente non dovrà affrontare neppure il problema legato alla svalutazione e alla rivendita del proprio usato.

I veicoli commerciali, a causa dell’usura e dell’elevato chilometraggio, risentono particolarmente della svalutazione, più delle automobili. Noleggiando un furgone con questa formula, azienda o titolare di partita IVA può liberarsi dall’onere della rivendita del suo usato poiché, una volta terminato il contratto, sarà sufficiente restituire il veicolo alla società di noleggio, chiedendone uno nuovo, aggiornato e in perfette condizioni.

Questa soluzione pratica e conveniente può considerarsi l’opzione migliore per tutti i privati e le aziende che hanno bisogno di un veicolo o di una flotta per il trasporto e la consegna delle merci.

Gli attrezzi dell’automotive: cosa non deve mancare in un’officina

attrezzi-auto Gli attrezzi dell’automotive: cosa non deve mancare in un’officina

Le officine in cui si riparano e controllano i veicoli hanno la necessità di utilizzare alcuni specifici attrezzi e utensili. Molti li possiede anche chi è appassionato di fai da te, ma è bene ricordare che gli accessori per uso professionale sono di qualità superiore. Sono infatti progettati e prodotti per un uso continuativo nel tempo e per consentire di ottenere ottimi risultati con il minore sforzo possibile.

I piccoli utensili

Alcuni degli attrezzi che si usano in ambito automotive sono quelli classici, che qualsiasi professionista ha a disposizione nella sua cassetta degli attrezzi. Stiamo parlando di pinze, martelli, cacciaviti, chiavi a brugola con diversi tipi di inserti, chiavi inglesi e così via.

Oltre ovviamente a tutta la minuteria che si può sfruttare su un veicolo, costituita solitamente da rivetti, bulloni e viti; la minuteria si acquista spesso in kit e la si organizza in modo da poter trovare rapidamente ogni tipo di vite o bullone, per poterlo sfruttare nel modo migliore possibile. Tra gli utensili di uso quotidiano in officina troviamo anche lubrificanti e prodotti per la pulizia del veicolo. 

Utensili elettrici o pneumatici

In un’autofficina è importante anche avere a disposizione qualche ausilio al lavoro quotidiano. Anche in questo caso scegliere prodotti per professionisti è essenziale, perché garantiscono una grande qualità, consentendo di lavorare senza sforzi anche per lunghi periodi di tempo, senza défaillance o problemi di sorta. Solitamente nelle autofficine sono a disposizione attrezzi quali avvitatori, cacciavite, cricchetti, smerigliatrici e lucidatrici, rivettatrici, levigatrici, trapani.

Spesso si prediligono le versioni elettriche, grazie anche al fatto che oggi le batterie consentono una lunga durata; nelle officine dove il lavoro quotidiano è molto spesso prolungato e faticoso si preferiscono attrezzi pneumatici, che funzionano grazie al collegamento a un compressore. Questo perché l’utensile pneumatico risulta più leggero e maneggevole, quindi più pratico sul lungo periodo.

Organizzare un’officina

Abbiamo citato un ampio numero di attrezzi, accessori e minuteria. Quando si parla di attrezzi, solitamente in ogni officina ne è presente più di uno per tipo, in modo che sia possibile lavorare su più veicoli contemporaneamente, riducendo i tempi di attesa per i clienti.

Nel caso dei piccoli accessori e della minuteria, solitamente la disponibilità è molto ampia, anche perché per alcune lavorazioni è necessario usare diversi tipi di bulloni e rivetti: averne sempre un buon numero consente di svolgere ogni attività rapidamente. Trattandosi di un numero elevato di articoli, poterli reperire con velocità e averli sempre a disposizione è essenziale.

Per farlo si utilizzano appositi allestimenti, che consentono di organizzare e tenere in ordine l’officina, a partire dai carrelli per utensili e attrezzi, in robusto metallo, con cassetti e chiusura, in modo da suddividere efficacemente tutto ciò che serve in officina. Si usano i carrelli in modo da non dover necessariamente spostare una grande cassettiera, in modo da selezionare quello che serve e poterlo utilizzare nelle vicinanze del veicolo che si sta riparando. Alcuni attrezzi si posizionano invece in appositi mobili, da cui li si preleva solo quando necessario.

18 Ottobre 2023 0 comments Auto consigli

Noleggio a lungo termine anche per le aziende?

Il noleggio a lungo termine è una formula disponibile sia per i privati che per le aziende e negli ultimi anni sta ottenendo ottimi successi in entrambi gli ambiti, per varie buone ragioni. La principale riguarda la certezza della quota dal budget mensile da utilizzare per l’auto: una spesa fissa, senza brutte sorprese dell’ultimo minuto. Proprio questo sta favorendo l’utilizzo del noleggio a lungo termine anche per le aziende.

Prevedere le spese

Grazie al suo funzionamento, il noleggio a lungo termine risulta essere la soluzione ideale per coloro che non amano le spese impreviste; per un’azienda si tratta di un elemento molto importante, in quanto consente di definire in modo preciso il budget in uscita da destinare ai mezzi.

Grazie alle offerte di noleggio a lungo termine proposte dalle migliori compagnie, un’azienda o un qualsiasi imprenditore con partita IVA, è consapevole che ogni mese pagherà per l’auto in uso solo il canone pattuito, che comprende immatricolazione, soccorso stradale, qualsiasi spesa sostenuta per la manutenzione ordinaria e straordinaria, assicurazione RCA e altre coperture assicurative. È poi possibile includere nel canone anche l’uso di un veicolo sostitutivo in caso di manutenzione o guasto, il cambio degli pneumatici, la tutela legale in caso di necessità, ecc.

I piani di noleggio a lungo termine possono prevedere un acconto iniziale, che abbassa leggermente il canone mensile; inoltre è possibile personalizzarli sotto vari punti di vista, ad esempio per quanto riguarda il chilometraggio annuo. Generalmente, il contratto può avere una durata dai 24 fino ai 48 mesi, il che consente all’azienda di avere costantemente una flotta di veicoli nuovi e in perfette condizioni.

I vantaggi per le imprese

Noleggiare un’auto consente di evitare di immobilizzare una buona quantità di capitale, cosa che invece avviene con l’acquisto di una vettura; questo è un aspetto che riguarda sia aziende che privati.

Le aziende, in aggiunta, possono usufruire di ulteriori vantaggi, in primis le detrazioni fiscali. A seconda del tipo di utilizzo che si fa del veicolo aziendale è possibile detrarre l’IVA del canone mensile o anche l’intero canone, in percentuali differenti a seconda dei casi.

Quando l’auto è un veicolo a uso strumentale, quindi sfruttato esclusivamente come auto aziendale per il lavoro, si possono dedurre il 100% delle spese per il noleggio a lungo termine. Nel caso in cui invece sia usata come fringe benefit da riconoscere ai propri dipendenti, allora la detrazione del canone di noleggio si ferma al 70%, mentre l’IVA è detraibile per il 40% dell’ammontare totale. Le auto a uso promiscuo permettono di dedurre percentuali minori. Ci sono poi specifiche agevolazioni per particolari categorie di lavoratori, come ad esempio gli agenti di commercio.

Ampio catalogo di veicolo

Le compagnie che offrono il noleggio a lungo termine propongono alle aziende e ai privati un numero sempre più ampio di modelli. Se inizialmente questo tipo di modalità di noleggio metteva a disposizione solo specifici modelli, oggi è invece possibile noleggiare a lungo termine qualsiasi genere di veicolo, dalle piccole utilitarie fino ai SUV di classe elevata, dai veicoli commerciali fino alle elettriche o ibride.

2 Agosto 2023 0 comments Auto consigli

Tra Enel e ACI nasce il patto per aumentare in Italia la diffusione delle autovetture elettriche

Due grandi aziende come Enel e Aci sono pronte a unire le loro forze a sostegno della vendita di auto elettriche. Due enti di notevole importanza hanno scelto di stringere un protocollo estremamente rilevante. Le loro ricerche, portate avanti con la massima attenzione, potrebbero segnare un grande passo avanti per coloro che hanno scelto la mobilità sostenibile. Dopo aver fornito un quadro generale sulla situazione di vendita delle vetture a zero emissioni, scopriamo insieme come funziona il patto innovativo.

Auto elettriche in Italia, una diffusione che si è temporaneamente fermata

A livello europeo, le vetture elettriche fanno segnare una crescita costante. Soprattutto i Paesi del nord, in primis la Norvegia, sono molto avvezzi a un fenomeno del genere. Ben diversa è, invece, la situazione dell’Italia. Qui la quota relativa alle immatricolazioni delle auto elettriche è davvero risibile, specie se messa a confronto con le medie dell’Unione Europea.

Il nostro Paese è in coda alle graduatorie dei confronti, mentre sta andando forte anche la Germania, che in passato ha scelto di puntare in maniera cospicua sul segmento delle vetture a gasolio. Tornando a parlare dell’Italia, ci siamo stabilizzati su un mediocre 3,7% nel corso del 2022. In un mondo che corre ad alta velocità in questo senso, siamo l’unico territorio nel quale si nota un netto peggioramento rispetto allo scorso anno, con vendite ridotte addirittura del 27%.

Perché in Italia le auto elettriche non riscuotono successo

Sono numerose le cause che si nascondono dietro allo scarso successo dell’elettrino in Italia. I vari governi che si sono succeduti negli ultimi anni hanno cercato di introdurre diverse tipologie di incentivi, ma con risultati non proprio edificanti. Infatti, le agevolazioni sono state rivolte solo ai clienti privati, con somme di denaro che non sono riuscite a compensare le spese totali delle auto elettriche a confronto con quelle tradizionali.

A tutto ciò, bisogna aggiungere un quadro economico non proprio entusiasmante, con redditi in calo uniti a un costante aumento dei prezzi. Nonostante le colonnine ricarica auto elettriche siano sempre più diffuse, c’è ancora molto lavoro da fare nonostante le emissioni siano pressoché annullate.

Si può quindi affermare che gli obiettivi fissati dal Parlamento Europeo siano ancora lontani dal loro pieno raggiungimento, specie per quanto riguarda ovviamente l’Italia. Per ottenere la tanto attesa inversione di tendenza, servono nuove idee da mettere in atto in tempi rapidi. Allo stesso tempo, bisogna potenziare le reti di ricarica elettrica, che ad oggi sono all’insegna delle prestazioni limitate e della diffusione mal radicata a livello nazionale.

Come funziona il patto tra Enel e ACI

Il patto tra Enel e ACI è stato siglato il 18 aprile 2023, con l’obiettivo di creare le condizioni necessarie affinché anche in Italia possa crescere la diffusione della mobilità elettrica. Il progetto vuole garantire alle persone un’ampia gamma di scelte futuristiche nell’ambito della mobilità, con servizi sempre all’altezza della situazione. Questo è lo scopo principale in base al quale i due enti hanno scelto di muoversi, sperando che nei prossimi anni si possa giungere a una transizione energetica completata con successo.

Una scelta saggia per l’ambiente e non solo

Decidere di viaggiare in elettrica significa portare avanti delle scelte molto più sagge per l’ambiente, oltre a rappresentare un’esperienza totalmente diversa dal passato. Chi guida una vettura elettrica può sentirsi proiettato verso il futuro, dando vita a una tecnica innovativa, digitale e dall’impatto notevolmente limitato sull’ambiente circostante. Queste tesi vengono ampiamente confermate anche dai vertici di Enel X Way e ACI.

Lo dice ad esempio Elisabetta Ripa, la CEO della divisione innovativa della compagnia di energia elettrica. Lei non ha nascosto la propria soddisfazione per partnership con ACI e manifesta il chiaro intento di perseguire nei propri obiettivi. Le fa eco anche il presidente dell’Automobile Club Italia Angelo Sticchi Damiani, che ha sottolineato quanto sia molto importante riuscire ad avere dei partner molto competenti che sappiano svolgere dei ruoli strategici e accurati. Ed è senz’altro il caso di una realtà di ultima generazione come Enel X Way.

La coollaborazione fra le due parti consente di fare le dovute ricerche per capire dove e come installare nuovi punti di ricerca oltre a quelli già esistenti. Ad oggi, le infrastrutture di Enel X presenti su tutto il territorio sono già 18 mila. Numeri interessanti, ma che nei prossimi anni dovranno necessariamente lievitare. Ci sono a tal proposito delle strutture di ricerca all’avanguardia, come il WayMedia, concepite per riuscire ad abbinare servizi di ricerca con funzionalità di pubblicità e sensibilizzazione.

Che cos’è Enel X Way

Enel X Way è un compartimento del Gruppo Enel che è costituito interamente da un team he si dedica alla mobilità elettrica. Ha oltre 500 mila punti di ricarica ed è presente in 14 paesi attraverso Joint venture come accade per l’Italia con Ewiva.

Si avvale di una rete fitta di accordi per operare in diversi punti del mondo ed effettua una serie infinita di ricerche nell’ambito della flessibilità, allo scopo di migliorare la customer care dell’esperienza e supportare l’elettrificazione dei trasporti a beneficio dei consumatori, delle aziende, dei cittadini e delle pubbliche amministrazioni.

ACI: l’Automobile Club d’Italia

Dall’altra parte, anche il ruolo dell’ACI è essenziale per centrare ogni traguardo. Si tratta di una libera e grande associazione italiana molto radicata sul territorio, che presenta oltre 100 club privati riservati al mondo dell’automobile e oltre 1.500 delegazioni. L’ente è stato fondato nel lontano 1905 e fin dai suoi inizi si è impegnato nella promozione della sicurezza stradale, oltre a una mobilità responsabile e sostenibile.

30 Giugno 2023 0 comments Auto consigli

Guida all’acquisto di Parasole Auto: Tutto quello che devi sapere

parasole-auto-1024x768 Guida all'acquisto di Parasole Auto: Tutto quello che devi sapere

Hai mai provato a entrare in un’auto parcheggiata al sole tutto il giorno? È come entrare in un forno. Il calore insopportabile ti colpisce in pieno volto, il volante è troppo caldo da toccare e i sedili sembrano bruciare. Ma non preoccuparti, abbiamo la soluzione per te: i parasole auto. Questi strumenti semplici ma efficaci possono ridurre significativamente la temperatura interna della tua auto, rendendo il tuo ritorno al veicolo un’esperienza molto più piacevole.

In questa guida, ti presenteremo la nostra classifica dei migliori parasole auto, basata su test rigorosi e centinaia di recensioni verificate. E se non hai ancora deciso quale scegliere, non temere! Dopo la classifica, troverai una guida all’acquisto dettagliata per aiutarti a fare la scelta giusta.

Read more ›
13 Giugno 2023 0 comments Accessori auto

Migliore pasta abrasiva per auto di Febbraio 2024: guida all’acquisto dettagliata

migliore-pasta-abrasiva-1024x576 Migliore pasta abrasiva per auto di [month] [year]: guida all'acquisto dettagliata

Hai mai notato come la tua auto perda il suo splendore originale con il passare del tempo? La vernice sembra meno brillante, i graffi iniziano a mostrarsi e la tua auto non sembra più quella di una volta. Questo problema può diventare un vero incubo per gli amanti delle auto, che vedono il loro amato veicolo perdere il suo fascino.

Ma non temere, abbiamo la soluzione per te: la pasta abrasiva per auto. Questo prodotto miracoloso può riportare la tua auto al suo splendore originale, eliminando graffi e opacità. Ecco una classifica dei migliori prodotti sul mercato, basata su test e centinaia di recensioni verificate.

E se non hai ancora deciso quale scegliere, non preoccuparti! Dopo l’elenco, troverai una guida all’acquisto dettagliata per aiutarti a fare la scelta giusta.

In offertaTOP 3
Arexons Pasta rimuovi graffi, auto carrozzeria, Speciali microparticelle per attenuare anche i…
  • RIMUOVE TOTALMENTE I GRAFFI SUPERFICIALI – La pasta rimuovi graffi Arexons è una speciale pasta per la rimozione manuale di graffi superficiali alla carrozzeria della tua auto, in seguito a piccoli…
TOP 4
SONAX Pasta Abrasiva Togli Graffi, Elimina Graffi e Scalfitture, Leviga gli Strati di Vernice…
  • Pasta abrasiva senza silicone ad alto contenuto abrasivo per la levigatura di strati di vernice invecchiati e graffiati
TOP 5
AREXONS PASTA ABRASIVA 150 ml Pasta abrasiva elimina graffi per manutenzione auto, pasta abrasiva…
  • RIMUOVE SEGNI E RIGATURE – La pasta abrasiva Arexons rimuovi graffi è un prodotto a base di cariche leviganti e lucidanti selezionate, capace di rimuovere segni, rigature superficiali, residui di…

Guida all’acquisto di Pasta Abrasiva per Auto

Acquistare la pasta abrasiva giusta per la tua auto può sembrare un compito arduo. Ci sono così tante opzioni disponibili, con diverse caratteristiche e prezzi. Ma non preoccuparti, siamo qui per aiutarti. In questa guida, ti forniremo tutte le informazioni di cui hai bisogno per fare la scelta giusta.

Cosa è la Pasta Abrasiva per Auto?

La pasta abrasiva per auto è un prodotto utilizzato per rimuovere i difetti superficiali dalla vernice dell’auto, come graffi, macchie e opacità.

Funziona “abrasando” lo strato superiore della vernice, rimuovendo i difetti e lasciando una superficie liscia e lucida.

Come Scegliere la Pasta Abrasiva Giusta

Quando scegli la pasta abrasiva per la tua auto, ci sono diverse cose da considerare:

  • Grado di Abrasività: Le paste abrasive variano nel loro grado di abrasività. Alcune sono più forti e possono rimuovere difetti più profondi, mentre altre sono più delicate e sono adatte per difetti superficiali. Devi scegliere in base al tipo di difetti che vuoi rimuovere.
  • Tipo di Vernice: Alcune paste abrasive sono più adatte per certi tipi di vernice. Ad esempio, le vernici più dure possono richiedere una pasta più abrasiva, mentre le vernici più morbide possono essere danneggiate da paste troppo forti.
  • Facilità d’Uso: Alcune paste abrasive sono più facili da usare di altre. Se sei un principiante, potresti voler scegliere una pasta che sia facile da applicare e rimuovere.
  • Prezzo: Come per qualsiasi prodotto, il prezzo è un fattore importante. Ricorda, però, che una pasta più costosa non è necessariamente migliore. Devi trovare un equilibrio tra qualità e prezzo.

Pro e Contro

La pasta abrasiva per auto ha molti vantaggi, ma ci sono anche alcuni svantaggi da considerare. Ecco un elenco dei pro e contro più comuni:

Pro:

  • Rimuove i difetti della vernice: La pasta abrasiva può rimuovere graffi, macchie e opacità dalla vernice dell’auto, rendendola di nuovo lucida e brillante.
  • Economica: Rispetto ad altri metodi di rimozione dei difetti della vernice, come la verniciatura professionale, la pasta abrasiva è molto più economica.
  • Facile da usare: Con un po’ di pratica, chiunque può imparare ad usare la pasta abrasiva per migliorare l’aspetto della propria auto.

Contro:

  • Può danneggiare la vernice se usata in modo errato: Se usata in modo errato, la pasta abrasiva può rimuovere troppo vernice, danneggiando la superficie dell’auto.
  • Richiede tempo ed energia: L’uso della pasta abrasiva richiede un certo impegno. Devi applicare la pasta, lavorarla sulla vernice e poi rimuoverla, il che può richiedere molto tempo ed energia.
  • I risultati possono variare: A seconda del tipo di vernice e dei difetti presenti, i risultati ottenuti con la pasta abrasiva possono variare. Alcuni difetti potrebbero non essere completamente rimossi.

Caratteristiche Tecniche della Pasta Abrasiva Auto

La pasta abrasiva per auto è composta da piccole particelle abrasive mescolate con un liquido o un gel. Queste particelle “raspano” lo strato superiore della vernice, rimuovendo i difetti e lasciando una superficie liscia e lucida.

Ci sono diverse caratteristiche tecniche da considerare quando si sceglie una pasta abrasiva:

  • Grado di Abrasività: Le paste abrasive variano nel loro grado di abrasività. Alcune sono più forti e possono rimuovere difetti più profondi, mentre altre sono più delicate e sono adatte per difetti superficiali. Devi scegliere in base al tipo di difetti che vuoi rimuovere.
  • Tipo di Pasta: Ci sono due tipi principali di pasta abrasiva: le paste liquide e le paste in gel. Le paste liquide sono generalmente più facili da applicare e rimuovere, ma possono essere più disordinate. Le paste in gel sono più dense e possono essere più efficaci su difetti più profondi.
  • Ingredienti: Alcune paste abrasive contengono ingredienti aggiuntivi, come cera o sigillanti, che possono fornire una protezione aggiuntiva alla vernice dopo la lucidatura.
  • Compatibilità con la Vernice: Non tutte le paste abrasive sono adatte per tutti i tipi di vernice. Alcune paste possono essere troppo forti per vernici delicate, mentre altre potrebbero non essere abbastanza efficaci su vernici dure.

Benefici della Pasta Abrasiva

L’uso della pasta abrasiva per auto offre molti benefici rispetto ad altri metodi di rimozione dei difetti della vernice. Ecco alcuni esempi:

  • Risparmio di Costi: Rispetto alla verniciatura professionale, l’uso della pasta abrasiva è molto più economico. Puoi risparmiare centinaia o addirittura migliaia di euro lucidando la tua auto da solo.
  • Miglioramento dell’Aspetto dell’Auto: L’uso della pasta abrasiva può migliorare notevolmente l’aspetto della tua auto,

rendendola più brillante e attraente. Questo può essere particolarmente utile se stai pensando di vendere la tua auto, poiché un aspetto migliore può aumentare il suo valore.

  • Soddisfazione Personale: C’è qualcosa di molto gratificante nel vedere la tua auto tornare al suo splendore originale grazie al tuo duro lavoro. L’uso della pasta abrasiva ti dà la possibilità di prenderti cura della tua auto e di vedere i risultati immediati del tuo impegno.

Le Varie Tipologie

Esistono diverse tipologie di paste abrasive per auto, ognuna con i suoi pro e contro. Ecco una breve panoramica:

  • Paste Abrasive Forti: Queste paste sono progettate per rimuovere difetti profondi e persistenti. Sono molto efficaci, ma possono essere troppo forti per alcune vernici e possono richiedere un po’ di pratica per essere usate correttamente.
  • Paste Abrasive Medie: Queste paste sono un buon compromesso tra efficacia e delicatezza. Sono adatte per la maggior parte dei difetti e dei tipi di vernice.
  • Paste Abrasive Delicate: Queste paste sono progettate per rimuovere difetti superficiali senza rischiare di danneggiare la vernice. Sono ideali per vernici delicate o per chi è nuovo nel mondo del detailing.

Come Scegliere il Modello Giusto di Pasta Abrasiva per la tua auto

Quando scegli la pasta abrasiva per la tua auto, ci sono diverse cose da considerare:

  • Tipo di Difetti: Se la tua auto ha molti graffi profondi o macchie ostinate, potresti aver bisogno di una pasta abrasiva forte. Se i difetti sono più superficiali, una pasta media o delicata potrebbe essere sufficiente.
  • Tipo di Vernice: Alcune vernici sono più dure di altre e possono richiedere una pasta più forte. Altre vernici sono più delicate e possono essere danneggiate da paste troppo abrasive.
  • Esperienza: Se sei nuovo nel mondo del detailing, potrebbe essere meglio iniziare con una pasta delicata o media. Man mano che acquisisci più esperienza, potrai passare a paste più forti se necessario.

Domande Frequenti

  1. Posso usare la pasta abrasiva su qualsiasi tipo di vernice?
    La maggior parte delle paste abrasive possono essere usate su qualsiasi tipo di vernice, ma alcune vernici delicate potrebbero essere danneggiate da paste troppo forti. È sempre una buona idea testare la pasta su una piccola area nascosta prima di usarla su tutta l’auto.
  2. Quanto spesso dovrei usare la pasta abrasiva sulla mia auto?
    Non c’è una risposta definitiva a questa domanda, poiché dipende dal tipo di vernice, dalle condizioni dell’auto e dal tipo di pasta abrasiva. In generale, però, non dovresti aver bisogno di usare la pasta abrasiva più di una o due volte all’anno.
  3. Posso usare la pasta abrasiva per rimuovere graffi profondi?
    La pasta abrasiva può rimuovere graffi superficiali e medi, ma i graffi molto profondi che raggiungono lo strato di primer o il metallo sottostante potrebbero non essere completamente rimossi. In questi casi, potrebbe essere necessario un intervento professionale.
  4. La pasta abrasiva può danneggiare la mia auto?
    Se usata correttamente, la pasta abrasiva non dovrebbe danneggiare la tua auto. Tuttavia, se usi una pasta troppo forte o se la usi troppo spesso, potresti rimuovere troppo vernice, il che potrebbe danneggiare la superficie dell’auto.
  5. Posso usare la pasta abrasiva su altre parti dell’auto oltre alla vernice?
    La pasta abrasiva è progettata per essere usata sulla vernice dell’auto, ma può essere usata anche su altre superfici lucide, come il vetro o il cromo. Tuttavia, dovresti sempre testare la pasta su una piccola area nascosta prima di usarla su una nuova superficie.

Conclusione

Speriamo che questa guida ti abbia fornito tutte le informazioni di cui hai bisogno per scegliere la pasta abrasiva giusta per la tua auto. Ricorda, la cosa più importante è scegliere un prodotto che sia adatto alle tue esigenze specifiche. Non esiste una “migliore” pasta abrasiva per tutti, ma con un po’ di ricerca e sperimentazione, dovresti essere in grado di trovare il prodotto perfetto per te. Buona lucidatura!

13 Giugno 2023 0 comments Accessori auto

Telecamere per autoveicoli: sicurezza, legalità, e tecnologia di ultima generazione

telecamere-per-auto Telecamere per autoveicoli: sicurezza, legalità, e tecnologia di ultima generazione

In un’era in cui la tecnologia ci circonda in ogni aspetto della nostra vita quotidiana, la sicurezza stradale non è da meno. Tra le varie tecnologie destinate a migliorare la sicurezza stradale, le telecamere per autoveicoli sono un’innovazione che sta diventando sempre più popolare. Queste telecamere, spesso chiamate “dashcam”, offrono una serie di vantaggi, sia in termini di sicurezza che di risoluzione delle dispute in caso di incidenti.

Read more ›
23 Maggio 2023 0 comments Accessori auto

Noleggio a lungo termine: cosa c’è da sapere?

Il noleggio a lungo termine è una formula sempre più diffusa e apprezzata anche tra i privati.

Infatti, fino a qualche tempo fa erano principalmente i titolari di partita IVA a scegliere questo tipo di contratto, ma ad oggi non è più così per diversi motivi: con il noleggio a lungo termine si può disporre di una vettura sempre nuova e in ottime condizioni senza immobilizzare grandi capitali, e inoltre non bisogna preoccuparsi di tutte le spese accessorie e gli oneri burocratici che ruotano attorno alla mobilità. Per tutte queste ragioni, le offerte di noleggio per privati sono in aumento.

Come funziona il contratto di noleggio a lungo termine?

Il contratto di noleggio a lungo termine viene stipulato tra un automobilista e una compagnia di noleggio. Il noleggiante (cioè il cliente che stipula il contratto) si impegna a corrispondere alla compagnia un canone mensile per poter utilizzare il veicolo scelto per un periodo di tempo prestabilito. La somma da pagare, però, include non solo l’uso del veicolo, ma anche tutti i servizi necessari per guidare in tranquillità (come ad esempio l’assicurazione, la manutenzione, la riparazione del veicolo e l’assistenza stradale in caso di sinistri, ecc.).

Al termine del periodo prestabilito dal contratto, il cliente può decidere di restituire il veicolo alla società di noleggio, richiedere la sostituzione con un’altra vettura oppure prolungare il contratto utilizzando la stessa auto. È importante sottolineare che, a differenza del leasing, il cliente non ha la possibilità di riscattare il veicolo al termine del contratto. Inoltre, spesso è previsto un periodo minimo entro il quale il rapporto contrattuale non può essere sciolto dal noleggiante senza incorrere in penali da pagare.

Quanto costa noleggiare un’auto a lungo termine?

Il costo del canone mensile del noleggio a lungo termine dipende da vari fattori, tra cui il tipo di veicolo, la durata del contratto, il chilometraggio previsto e il tipo di servizi richiesti. Infatti più l’auto è costosa, più km e/o servizi optional vengono richiesti alla compagnia di noleggio e più la somma da pagare mensilmente è alta. Invece, è probabile che un contratto dalla durata più lunga preveda un canone più basso.  

Ancora, è possibile che la compagnia di noleggio decida di applicare tariffe aggiuntive nel caso in cui il veicolo venga riconsegnato in un luogo diverso da quello stabilito nel contratto, oppure per i guidatori inesperti o che hanno superato i 75/80 anni.

Tuttavia, è possibile abbassare il canone pagando una somma a titolo d’anticipo (non obbligatoria).

Caratteristiche importanti del noleggio a lungo termine

Il noleggio a lungo termine è contraddistinto dai costi certi: come già detto, nel canone mensile sono inclusi servizi correlati all’utilizzo del veicolo, pertanto i costi per l’utilizzo dell’auto sono già pianificati e non ci saranno sorprese con spese impreviste.

Un altro elemento importante di questo tipo di contratto è la possibilità di risparmiare tempo e preoccupazioni, poiché la compagnia di noleggio si occupa di tutte le scadenze burocratiche e degli oneri amministrativi.

Ciò significa che il noleggiante non deve tenere a mente e gestire i rinnovi o altre pratiche burocratiche.

22 Maggio 2023 0 comments City Car

Linee guida per l’utilizzo delle stazioni di ricarica per auto elettriche

La transizione verso un futuro a zero emissioni di carbonio è in corso e l’utilizzo delle auto elettriche sta diventando sempre più comune. Le stazioni di ricarica per auto elettriche offrono la possibilità di caricare le vetture direttamente da casa o mentre si è fuori, quindi sono fondamentali per mantenere la flotta sempre alimentata. Se vuoi condividere questa esperienza con gli altri utilizzatori della tua città, abbiamo preparato un elenco dettagliato delle linee guida che tutti devono seguire nell’utilizzo delle stazioni di ricarica per auto elettriche. Dalle regole su come comportarsi durante il processo di ricarica alle norme sul buon uso: tutto quello che serve sapere lo troverai qui!

Scegli la stazione di ricarica più adatta alle tue esigenze

Quando si sceglie una stazione di ricarica per auto elettriche, è necessario prendere in considerazione una serie di fattori e assicurarsi di scegliere quella più adatta alle proprie esigenze. Dovresti prima chiederti di quale presa di ricarica hai bisogno. Dipende dal numero di dispositivi che vorrai ricaricare contemporaneamente, se comprerai altri dispositivi elettrici in futuro o se desideri avere più opzioni. Inoltre, dovrai prendere in considerazione anche la velocità di ricarica richiesta. Se hai bisogno di ricaricare velocemente la tua auto elettrica, allora sarà necessario un caricabatterie adatto. Dovresti anche considerare se desideri un caricabatterie portatile o fisso. Un caricabatterie portatile ti consentirà di ricaricare il tuo mezzo anche fuori casa.

Verifica sempre lo stato della batteria prima di iniziare la ricarica

È fondamentale stabilire se la batteria è completamente scarica o ancora carica, prima di iniziare la ricarica dell’auto elettrica.. Se la batteria è scarica, disattiva la stazione di ricarica e ripristina il veicolo sul livello di carica completo prima di collegare la stazione di ricarica. Controlla anche lo stato dei cavi di carica, assicurandoti che siano sicuri e ben fissati prima di collegare la stazione di ricarica. Se vedi qualcosa di incorretto, non esitare a contattare un professionista esperto per scoprire qual è il problema. Una batteria danneggiata può comportare rischi per la sicurezza del veicolo e lo stato della batteria non dovrebbe mai essere trascurato.

Collega il cavo prima di avviare il processo di ricarica

Collegare il cavo alla stazione di ricarica e all’auto prima di avviare il processo di ricarica è essenziale. L’interfaccia utilizzata dalle auto elettriche per ricaricarsi è nota come J1772, un cavo che offre la connessione necessaria tra l’auto e la stazione di ricarica. Una volta collegato il cavo e verificato che sia ben fissato alla stazione, la parte superiore del connettore deve essere inserita nell’apposita presa dell’auto, presente sulla parte frontale o posteriore destra. Quando si effettua la ricarica, è importante controllare che i connettori siano saldamente fissati. Per conferma, attendere il clic distintivo che indica la connessione corretta tra il connettore J1772 e l’auto. Infine, una volta concluso il processo di ricarica scollegare il tutto.

Ricordati di scollegare il cavo

Ricordati di scollegare la vettura elettrica una volta terminata la ricarica. Questa è una pratica importante e sicura da adottare ogni volta che ricarichi la macchina, anche se non ha raggiunto il pieno della carica. È importante scollegare in modo sicuro il veicolo elettrico una volta che si è completata la ricarica poiché ciò evita eventuali danni alla batteria e al caricabatterie. Se non ne sei sicuro, lascia che un tecnico qualificato esegua l’operazione. Inoltre, una volta terminata la ricarica, ricordati di estrarre il cavo di collegamento dalla porta di carica per evitare che altri lo usino. Si tratta di una procedura consigliata per rendere più sicura la ricarica ed evitare il rischio di eventuali problemi o malfunzionamenti.

10 Febbraio 2023 0 comments News Auto

3 motivi per cui conviene noleggiare un’auto elettrica

Il tema della sostenibilità è arrivato già da tempo nel settore dell’automotive, con la diffusione, lenta ma in aumento, dei mezzi ibridi ed elettrici. Grazie agli eco-incentivi previsti dallo Stato per il noleggio di macchine elettriche, sempre più italiani scelgono di noleggiare un’auto piuttosto che comprarla. Non si tratta solo di una questione economica, ma anche ambientale perché scegliere di guidare un veicolo elettrico o ibrido significa abbattere i consumi energetici e conseguentemente tutelare maggiormente l’ambiente. Tuttavia, come ben sappiamo, il costo di un’auto elettrica è ancora molto alto, così come il prezzo per la manutenzione ed ecco perché in tanti valutano l’opzione del noleggio. Può essere anche un buon modo per provare un mezzo nuovo e con cui non si ha nessuna esperienza, oltre ad avere anche altre garanzie come non correre il rischio di dover pagare spese extra per l’auto, in quanto già incluse nel canone mensile pagato per il noleggio. Altri poi valutano di noleggiare un’auto anche per essere al passo con i tempi, con la mobilità elettrificata ma senza troppe pratiche burocratiche da dover gestire o costi da sostenere.

Perché è vantaggioso il noleggio di macchine elettriche

Certo, è anche vero che rispetto agli altri paesi europei in Italia l’elettrico si è affermato molto più tardi per almeno due ragioni: la scarsità di colonnine di ricarica sul territorio nazionale e i pregiudizi di molti automobilisti che sottovalutavano la potenza di un veicolo elettrico. A tutto ciò poi naturalmente va associato l’alto costo che ancora hanno queste categorie di mezzi. Ed ecco che allora, come anticipato nel paragrafo precedente, tanti italiani, privati e non, valutano l’opzione di un noleggio a lungo termine di auto elettriche. Questo per almeno tre motivi:

  1. Così come per le altre autovetture, anche con quelle elettriche pagando un solo canone si può non pensare più a pratiche e scadenze burocratiche, quali assicurazione e manutenzione ordinaria (presso officine esperte in macchine elettriche), ad esempio;
  2. I costi di eventuali interventi manutentivi sono azzerati, indipendentemente dal tipo di contratto di noleggio o di polizza assicurativa sottoscritta. Inoltre, in caso di fermo del veicolo o di un intervento di riparazione viene spesso messa a disposizione un’auto sostitutiva gratuitamente;
  3. Al termine del contratto di noleggio si può chiudere la propria esperienza o scegliere un altro modello di auto. In questo modo si può provare un’auto elettrica senza un investimento importante e alla fine o cambiare tipologia, senza dover affrontare la svalutazione del mezzo, o essere sempre veramente al passo con i trend, prendendo un modello più recente.

Viaggiare in modo sostenibile a bordo di un’auto elettrica noleggiata

Se si opta per il noleggio di un’auto elettrica si può andare ovunque, in completa libertà, senza preoccuparsi di eventuali divieti ecologici in città molto inquinate (come la decisione di far circolare i veicoli a targhe alterne in determinati giorni) o di ZTL (qui la mappatura delle zone a traffico limitato in tutta Italia). L’unica cosa di cui ci si dovrà preoccupare è assicurarsi che ci sia la carica di energia della batteria o che lungo il tragitto da percorrere ci siano delle colonnine per ricaricare l’auto. Per il resto si potranno pianificare le spese da dover sostenere, scegliere se rinnovare o meno il contratto appena scade il termine e soprattutto decidere se si vuole continuare a guidare lo stesso veicolo o cambiarlo.

Insomma, il noleggio di un’auto elettrica non solo permette di risparmiare ma offre anche maggiori libertà rispetto alle altre auto.

18 Dicembre 2022 0 comments Auto consigli