Alfa Romeo / Auto anticipazioni

Alfa Romeo Giulietta 2010

Alfa Romeo annuncia il debutto della nuova Giulietta edizione 2010 al prossimo Salone di Ginevra. La Giulietta dovrà competere sul mercato con rivali agguerrite quali Volkswagen Golf, nuova Opel Astra, Renault Megane o le cugine Fiat Bravo e Lancia Delta.

alfa-romeo-giulietta-2010-esterni Alfa Romeo Giulietta 2010

Assegnando alla nuova compatta il nome “Giulietta”, gli uomini dell’Alfa Romeo hanno fatto un’operazione nostalgia, che risveglierà in molti appassionati ricordi indelebili di automobili ed vita vissuta. Ma di nostalgico c’è solo il nome, viste le soluzioni tecnologiche di ultima generazione adottate, che garantiscono prestazioni dinamiche, sicurezza e consumi al passo con i tempi.

La linea della Giulietta 2010 è molto piacevole e rispetta la tradizione Alfa Romeo, con linee molto sportive anche se abbinate ad una discreta eleganza e senza eccessi stilistici. A nostro parere appare particolarmente riuscito il posteriore, di solito bestia nera dei designers.

alfa-romeo-giulietta-2010-linea-2 Alfa Romeo Giulietta 2010

Le vendite della nuova Alfa Romeo Giulietta dovrebbero iniziare dalla prossima primavera in tutti i principali mercati.

Le performance dinamiche (Alfa DNA)

Le performance dinamiche della nuova Giulietta sono affidate alle soluzioni tecniche adottate nel nuovo sistema sterzante ed alle sospensioni oltre ad un nuovo telaio che garantisce rigidità e leggerezza, grazie all’utilizzo di materiali come l’alluminio ed acciai ad alta resistenza.

Inoltre, oggi, grazie al controllo elettronico del sistema Alfa DNA la nuova Giulietta si può adattare alle caratteristiche del fondo stradale e del guidatore con tre diverse impostazioni di guida: Dynamic, Normal e All Weather, selezionabili tramite un selettore.

L’Alfa DNA agisce elettronicamente modificando diversi parametri di funzionamento del motore, del cambio, del sistema sterzante, del differenziale elettronico Q2 e del sistema di controllo della stabilità (VDC).

alfa-romeo-giulietta-2010-interni Alfa Romeo Giulietta 2010

Misure da compatta

Le misure esterne della Giulietta Alfa sono le seguenti:

– lunghezza 4,35 metri
– altezza 1,46
– larghezza 1,80
– passo 2,63 metri

I motori

L’Alfa Romeo Giulietta esordirà con quattro motorizzazioni Turbo, Euro 5, di cui due a benzina e due a gasolio. Tutti i motori sono dotati di serie del sistema “Start&Stop” per la riduzione dei consumi e delle emissioni.

Le due motorizzazioni a benzina sono rispettivamente il 1.4TB da 120 CV e il 1.4TB MultiAir da 170 CV. I due motori diesel sono invece il 1.6 JTDM da 105 CV ed il 2.0 JTDM da 170 CV, entrambi JTDM di seconda generazione.

Infine, si dovrebbe aggiungere anche lo sportivo 1750 TBi con 235 CV abbinato all’allestimento Quadrifoglio Verde.

Finanziamento Giulietta >>

Schede tecniche in dettaglio dei motori >>

Guarda la galleria d’immagini dell’Alfa Romeo Giulietta 2010

[nggallery id=3]

Potrebbe interessarti anche...

50 Comments

  1. mi dite cosa centra con l’alfa romeo??? è una fiat con logo alfa romeo!!! eresia!!!!

  2. federica guagliani says:

    è favolosa..

  3. A me piace….

  4. emilio costella says:

    andate a cercare qualcosa di simile in casa d’altri , cosa troverete ? niente , + che una macchina una filosofia in movimento . alfa magia di un brand .

  5. g’u miga i danee

  6. un posteriore fantastico!!! vendo la mia 147

  7. ..Non ho mai visto un mezzo di trasporto così bello e sopratutto degno di essere chiamato “macchina”.. E come si dice: E’ PROPRIO UNA GRAN FIGA!”

  8. Fiat con logo Alfa? mito più grande? voi cosa avete? una polo che meccanicamente è la stessa da 10 anni identica alla golf tanto da non distinguerle se non da vicino.
    La Giulietta utilizza il pianale C-evo già utilizzato sulla bravo, ma rivisto in più del 70%, sospensioni diverse, mappature motori, rapporti cambio…
    Ragazzi mi dispiace ma questa non è una semplice ricarrozzata come le vostre skoda seat e golf..
    Però a insultare siete tutti buoni..

  9. nulla più di una Mito con dimensioni maggiorate….nulla a che vedere col nome che le hanno voluto assegnare. Bella, certo….ma non è certo un’Alfa con la A maiuscola…

  10. Le foto non dicono molto,va vista dal vivo,bisogna toccarla,provarla, e poi commentare.
    Ma ho fiducia negli Uomini Alfa perché le macchine le sanno fare.

  11. Dietro uno Spettacolo il doppio scarico e da favola…davanti si potevano inpegnare di più…interni belli ma naturakmente bisogna vedere quelli nn in pelle come sono…e poi a chi critica come al solito le macchine italiane io li manderei un po a f… io ho una nuova bravo 1.9 150 cv sport mai dato un problema…andate a chiedere le seat citroen pegeout renault ealtre quanto problemi che hanno..e poi vi fate due risate!!!

  12. w alfa romeo w l’italia!!!!!!!!!!!!!!!

  13. ricciopazzo says:

    estaticamente è uno spettacolo, il musetto scopiazzato dalla mito è vero, ma il posteriore è una vera opera d’arte. I propulsori JTDM soprattutto sono assolutamente fantastici in termini di consumi durata ed affidabilità. qualche riserva che spero sia sconfessata, nei materiali interni e l’assemblaggio. speriamo bene

  14. E’ vero…il muso assomiglia un pò a quello della mito ma dire che è uguale è un insulto!!! Bellissima…anzi veramente splendida!!! Io attendo giugno x poter guidare la mia!!! E cmq ha ragione Paolo sulla polo. 🙂

  15. stefano says:

    Fantastica…ma, caro Paolo, prima di definire la golf una ricarrozzata dai un’occhiata al mercato dell’usato e al valore di entrambe…il valore di una vettura non è solo forma esteriore….rispetto per chi sceglie vetture diverse dalle nostre, altrimenti si cade nel qualunquismo.

  16. ragazzi l unico mio problema è come lasciare la mia 147, aiuto non voglio perderla!!ma lo so che la lascerò per la sorellona, che spettacolo!!forza alfa…

  17. io l’ho vista ieri sera dal vivo ad un’anteprima riservata..molto bella ma dà effettivamente l’idea di una Mito ingrandita…nelle rifiniture della carrozzeria poi, no so se è perché era una pre-serie, ma lascia un po’ a desiderare..Manca la vera anima Alfa…

  18. giuliog02 says:

    Stupenda! Prima o poi mi decido a cambiare la mia eccellente 156 SW 1,9 jtd e questa Giulietta pare proprio degna di prenderne il posto

  19. ..una mito gonfiata!?…e ti pare poco, la “mito” è fantastica…speriamo che su strada questa sia altrettanto bella…..le tedesche sono per i grigi dentro.

  20. lorenzo says:

    fantastica e’ il minimo……………. non la cambierei con la mia 147 super accessoriata….. ma se ce la faccio con la 206 di mia moglie siiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

  21. bella e meritevole di successo, ma mi convince meno della mia mitica 147 (2002), la macchina + bella dell’universo… e oltre! Vedremo dal vivo!

  22. daniele says:

    X paolo:
    Io ho una polo del 99…..premettendo che sono un grande appasionato alfa ma nn ho mai avuto i fondi per complarla..l’alfa e un alfa
    ma anke la polo non ha niente di male….sono daccordissimo sul discorso che le wv si assomigliano un po tutte pero e come paragonare una nave a una casa…non si puo sn due cose differenti…..cmq sia grandi i disegnatori peche il posteriore e fantastio…..avessi i soldi…hahaha

  23. daniele1 says:

    la linea sembra piacevole però è cresciuta troppo rispetto alla 147. 4,35 metri è la lunghezza di una station wagon. Per quanto riguarda le motorizzazioni a gasolio, 105 cv sono pochi e poi c’è un vuoto fino a 170 cv. Mi sembra che i tecnici dell’alfa hanno fatto un errore simile a quelli della lancia con quel bubbone della delta………terrò la mia 147 fino allo sfinimento.

  24. …Magnifica…

  25. Maria Cecilia says:

    IO ME LA COMPRO. NELLA MIA CITTA’ ARRIVA AI PRIMI DI MAGGIO. SABATO PROSSIMO VADO IN CONCESSIONARIA.

  26. forse non vi rendete conto che tutte le case costruttrici adottano lo stesso design in quanto rappresenta l’etichetta del marchio!!!!vedi i frontali delle bmw e gli interni sono tutti simili tra loro,stessa cosa vale per mercedes audi e finalmente lo ha capito anche il gruppo fiat!!!!la mito e anche la giulietta hanno dei lineamenti che ricordano la 8c e questi lineamenti servono per distinguere le alfa dalle altre!!!!

  27. lauro gargiulo says:

    Ho una 156 rosso metalizzata dal 98 ed e’ sempre piu’ bella rispetto a tutta le altre,la ritengo un’opera d’arte italiana.Fin da bambino sono stato appassionato dalla vecchia giulietta,posso dire che la nuova la sostituisce egregiamente.Devo divorziare dalla 156 e sposare la giulietta al piu presto

  28. Quelli che fanno discorsi sulla somiglianza con la mito mi sembra che vengono da un altro pianeta, ma si sono accorti che tutti i modelli dei marchi concorrenti sono uguali, ho detto uguali non somiglianti, prendete una A4 e una A6 le distinguete solo quando leggete la sigla dietro, per non parlare della Polo/Golf, BMW ecc. Di cosa stiamo parlando????comunque è stupenda..un’opera d’arte come tutte le alfa degli ultimi anni…e parlando di tecnologia…..ricordatevi sempre che il famigerato common rail lo ha inventato l’ALFA mica la Mercedes o l’Audi, loro sono stati bravi solo a copiarlo!!!!

  29. vengo da una famiglia di alfisti,abbiamo avuto:alfa sud 1977 sostituita da alfa giulietta blu mettallizzato,in seguito anche mia madre ha preso un’altra giulietta bianca quando sono andate in pensione le giuliette abbiamo preso nel 1994 le prima alfa 145 nella provincia di Rieti ad ancora va da Dio poi da un anno e mezzo è arrivata la 147 e spero di poter continuare io con la mitica fantastica stratosferica GIULIETTA wow……………………….!!!!!!!!!!!!!!!! E’ stupenda,l’unico difetto………………???? il prezzo……………………..!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  30. Giovanni says:

    IL POSTERIORE è BELLO MA L’ANTERIORE è PROPRIO BRUTTO….!!! LA SOLITA MACCHINA FIAT COSTRUITA CON LE LATTINE DELLA COCACOLA…

  31. Fabiolix says:

    Io ancora tutt’ora possiedo una Alfa 75 2.0 Twin Spark del ’88….L’ultima vera Alfa prima che prendesse tutto Fiat. La conservo in modo maniacale, infatti è anche iscritta da poco alla ASI. Mio papà ha avuto solo ed esclusivamente Alfa…buon sangue non mente. Spero che con l’arrivo di questa Giulietta, il nome si tiri un pò su…certo sicuramente solo il nome, perchè le vecchie prestazioni delle “vere” Alfa ed il rombettino delle “vere” Alfa…..non ritorneranno mai più!!

  32. Prima di giudicare una macchina,dalle foto e dalle caratteristiche tecniche,va guidata,toccata e vista dal vivo….in foto sono tutte belle e tutte truccate..dal vivo sono un’altra cosa..Anche se la mia esperienza è poca,non mi aspetto molto da una”alfa romeo”!

  33. Michael 1963 says:

    Nove anni fa per mia moglie abbiamo acquistato una “147” e l’abbiamo tenuta per 4 anni, finquando non ci è stata rubata. Siamo stati molto soddisfatti della “147”, tant’è che stavamo per riacquistarne una seconda vettura, ma alla fine mia moglie ha preferito la Mercedes “Classe A”. La “Giulietta”, che di fatto sostituisce la “147”, mi sembra una gran bella automobile, con una linea molto accattivante e ottimi motori. Solo il nome mi sembra un pò stonato. Io non avrei scomodato un nome così importante e carico di storia per la sostituta della “147”!!!

  34. BRUNO E DOMENICO says:

    SEI TROPPO BELLA!!!!!!!!!

  35. Alessandro says:

    Ho una 147, non ho il coraggio di tradirla, ma la ripresa della MiTo 155 cv è allettante. Ottima per due persone.

  36. Alessandro says:

    Scusate il ritardo…ma la Giulietta è meravigliosa….

  37. Emanuele says:

    prossimo questa settimana ordino il 2.0 170cv……..è fantastica….

  38. MERAGLIOSA

  39. Per gli utenti più giovani, che non hanno mai avuto modo di sentirsi Alfisti o Italianisti perché nati in un mondo ormai infestato da tutte le marche del mondo, ebbene, la Giulietta è veramente una bella vettura; la somiglianza con la Mito è una normale operazione di “face family” ormai applicata da tutti i produttori.
    Se potete, compratela e siate orgogliosi del bellissimo stile italiano ed in particolare dell’Alfa Romeo, che da tempo produce vetture dallo stile inconfondibile e dalla linea da favola.
    Ma come si può dare torto a Fabiolix, quando rimpiange l’essenza ormai perduta delle vere Alfa di un tempo?
    L’Alfa Romeo è deceduta – nel cuore degli alfisti – con l’avvento della trazione anteriore e col pensionamento del famoso 4 cilindri mod. 103, motore blillante che produceva una sonorità invidiata da ogni produttore, nonché con l’addio al famoso ponte posteriore “De Dion”, che assicurava una tenuta di strada degna di una formula 1.
    Già conferire il nome di “Giulietta” al modello lanciato nel lontano 1977 sapeva di sacrilegio, essendo ormai l’Alfa Romeo un prodotto da azienda statale; mi auguro da ultimo alfista che non venga infangato anche il nome della “Giulia”, vero must della storia automobilistica che nulla avrebbe a che vedere con un prodotto commerciale moderno.

  40. ciao sono silvano e vengo da una famiglia di alfisti io ho avuto una 147 jtd 116 cv il primo a portare la 147 fari a goccia nella provincia di roma dopo 4 anni mi sono innamorato del muso della più bella berlina ke esiste il nome di cui è alfa 159 sempre jtd ma stavolta 150cv !! ma devo ammettere ke questa giulietta è davvero bella e cmq è una garanzia è la storia xke quando l alfa faceva i motori altre case vedi audi ke all epoca si kiamava auto union faceva lavatrici con le ruote la bmw faceva macchine pronte a girarsi al 1 tornante ke facevano le mercedes auto lussuose ma pesantissime e lentissime buone solo x i ricevimenti e basta….di altre neanke ne parlo !!! c era e ce solo la regina della strada cioè alfaromeo!!! ciao a tutti gli alfisti e i nn !!!

  41. riccardo says:

    Masso ha proprio ragione. Solo chi ha una certa età può capire cose è stata l’Alfa tantissimi anni fa. Oltre alla trazione posteriore, al ponte de Dion e al caratteristico rombo, c’era un’altra cosa favolsa che venne utilizzata fino ai tempi della Giulia e dell’Alfetta 1.6 e 1.8: il cambio Porsche! che a partire dall’Alfetta 2.0 è stato sostituito col cambio Fiat, una vera schifezza. Le sensazioni che avevi infilando le marce erano uniche, la leva aveva gli innesti che sembravano “di gomma” e le marce entravano con un dito in una frazione di secondo, vera gioia per gli sportivi.
    Chi se lo ricorda?

  42. Agli alfisti guardatela e ammiratela, agli altri andate a Fa..rvi un giro con la vostra Golf,Leon,Megane o cos’altro avete avuto in coraggio di comprarvi.
    L’unica altra auto di questa categoria che si avvicina e la Delta.
    L’invidia è una brutta bestia.

  43. E’ vero, Riccardo!
    Dimenticavo proprio una delle più belle qualità della Giulia, il cambio! …io cambiavo anche senza frizione (a salire) tanto erano precisi i sincronizzatori.
    Nel 1970, appena 21enne, “ereditai” da mio padre una Giulia 1600 Super anno 1966 che ho tenuto fino al 2000 quando l’ho ceduta ad un collezionista.
    Aveva dei freni fantastici (4 dischi impianto Dunlop; le prime Giulia montavano l’impianto Girling).
    Nel 1984 acquistai un’Alfetta 2000L, anno 1982 rimasta invenduta a causa della concomitanza col nuovo modello, molto bella ma ben presto le caratteristiche del prodotto statale cominciarono a venire fuori: in pochi anni nell’abitacolo non funzionava più nulla e nel 2003, nonostante la volontà di restaurarla essendo una trazione posteriore, l’ho rottamata per disperazione a favore di una Fiat 600 “Clima”.

    …già non c’erano più le Alfa di una volta.

  44. e bellissima ma a me piace la vecchia giulietta turbo delta per chi se la ricorda e una bomba

  45. mariaelisabetta says:

    la macchina è veramente spettacolare….questa volta vi siete impegnati veramente!!!!!! è come stare su di un missile.

  46. non ha niente a che vedere con la mitica giulietta ormai sono tutte uguali queste macchine

  47. Giovanni says:

    secondo me e’ fantastica, ovvio che e’ da provare
    ma mi fido dell’ alfa, sono macchiene fantastiche

  48. Berth Thomas says:

    100 mila volte meglio delle bmw mercedes,

  49. troppo bella ma troppo cara per me

  50. Ho acquistato la 1,4TB MultiAir da 170 CV, è………….super………..fortissima!!!!!!!!!!!GRAZIE “ALFA ROMEO”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*