RC Auto / Recensioni e guide auto

Come risparmiare sull’assicurazione auto

assicurazioni-auto-economiche-comparatori Come risparmiare sull'assicurazione auto

Oggi risparmiare sull’assicurazione auto è possibile e anche a causa dei continui rincari delle polizze, sempre più automobilisti sono alla ricerca di assicurazioni auto economiche. Grazie alla diffusione capillare di internet in tutte le case degli italiani è diventato sempre più facile ricercare una polizza auto conveniente e che risponda alle esigenze del singolo contraente. Inoltre nell’ultimo decennio grazie all’avvento delle compagnie assicurative dirette e alla liberalizzazione del costo della polizza si è assistito ad un progressivo ampliamento di offerte di polizze di assicurazioni auto economiche.

Di seguito illustreremo alcune strategie per risparmiare sulle assicurazioni auto. La prima possibilità di risparmio è quella di rivolgersi alle compagnie dirette di assicurazioni che, operando esclusivamente online e/o telefonicamente abbattono i costi di gestione delle agenzie e possono offrire polizze a prezzi particolarmente vantaggiosi. Per conoscere gli indirizzi dei siti web e i numeri di telefono di queste compagnie basta inserire sul motore di ricerca le parole chiave “assicurazione auto online” oppure “compagnie dirette di assicurazione”.

Qui riportiamo alcuni siti delle principali Compagnie assicuratrici online:

Aprendo le pagine dei siti di queste compagnie si avrà la possibilità di:

  • richiedere un preventivo in pochi minuti, semplicemente compilando un form in cui vengono richieste informazioni relative al contraente, all’auto da assicurare e alla situazione assicurativa pregressa;
  • bloccare il prezzo della polizza;
  • sottoscrivere il contratto;
  • pagare il premio assicurativo con carta di credito;
  • usufruire di sconti e promozioni che spesso queste compagnie offrono ai nuovi clienti.
  • Sugli stessi siti è inoltre possibile reperire i numeri di telefono (generalmente si tratta di uno o più numeri verdi) con i quali contattare le compagnie in caso si abbia necessità o si preferisca un contatto telefonico.

Comparatori di preventivi

Nel caso si preferisca consultare più preventivi contemporaneamente è possibile utilizzare i comparatori di preventivi: si tratta di portali che consentono, compilando un’unica volta il form con i dati richiesti, di visualizzare un certo numero di preventivi tra i quali scegliere quello più conveniente.

Eccone alcuni tra i principali:

Tra i comparatori di polizze troviamo anche Tuopreventivatore, il portale a cura dell’Isvap, l’Istituto di sorveglianza delle assicurazioni private, sul quale è possibile visualizzare i preventivi di tutte le compagnie assicurative operanti sul mercato italiano.
L’unico svantaggio di Tuopreventivatore è costituito dalla presenza esclusivamente di polizze standard, quelle comunemente più richieste dagli automobilisti.
Non si può così verificare il prezzo effettivo del premio della polizza dell’assicurazione auto in base alle caratteristiche personali dell’assicurato.

Personalizzare la polizza assicurativa

La personalizzazione della polizza, infatti, costituisce una delle maggiori possibilità di risparmio dell’assicurazione auto.
In base alle caratteristiche dell’auto, del contraente e della polizza vi sono numerose possibilità di risparmio sulla polizza assicurazione auto.
Relativamente alle caratteristiche dell’auto da assicurare il costo del premio è determinato da:

  • cilindrata del veicolo ( auto di piccola cilindrata pagano meno rispetto ad auto più potenti)
  • anno di immatricolazione ( auto più recenti vengono ritenute più sicure e quindi meno soggette ad incorrere in sinistri)
  • presenza di dispositivi quali airbag e ABS che rendono l’auto più sicura comportano un risparmio.

Il possesso di determinati requisiti da parte del conducente permette di ottenere polizze di assicurazione economiche.
Tra questi ricordiamo:

  • età del conducente e data di conseguimento della patente: i conducenti di età superiore ai 26 anni che siano in possesso della patente di guida da almeno 3 vengono considerati esperti e quindi meno soggetti a causare sinistri per questo ottengono assicurazioni più economiche. Nello sfruttare questo requisito è importante tenere presente che l’assicurazione si riserva la possibilità di non pagare il risarcimento di un danno provocato da un conducente diverso da quello indicato all’atto della sottoscrizione della polizza o di pagarlo per esercitare poi il diritto di rivalsa sull’assicurato;
  • zona di residenza dell’assicurato: il prezzo della polizza varia in base alle zone di residenza. In genere le città del settentrione offrono assicurazioni più economiche di quelle del meridione e in città piccole è più facile risparmiare rispetto a quelle grandi;
  • donna o uomo: le donne causano meno incidenti degli uomini per cui hanno maggiori opportunità di risparmio;
  • km percorsi in un anno, minore è il numero di km percorsi minore è il costo della polizza;
  • uso del veicolo e professione del conducente ( chi utilizza l’auto per lavoro ha maggiori possibilità di incorrere in incidenti;

Alcune compagnie assicurative offrono la possibilità di ottenere un consistente risparmio sull’assicurazione auto optando per assicurazioni a tempo. Si tratta di polizze che si attivano solo in determinati giorni (ad esempio nel fine settimana) consentendo a chi non utilizza sempre l’auto un notevole risparmio.

Le clausole limitative

Altre possibilità di risparmio sulla polizza auto sono costituite da alcune clausole inseribili nel contratto. Si tratta di clausole limitative, cioè che escludono la compagnia dal pagamento del risarcimento in alcuni casi ben precisi o che consentono alla stessa il diritto di rivalersi sull’assicurato per riavere somme pagate per il risarcimento di un danno.
Le clausole limitative sono:
la franchigia e lo scoperto: si tratta di clausole che escludono l’obbligo dell’assicurazione a risarcire il danno fino ad una certa cifra. Nel caso della franchigia questa cifra è espressa sul contratto in termini numerici, mentre per quanto riguarda lo scoperto la cifra è espressa in termini percentuali, il contraente è quindi tenuto a pagare una tot percentuale del risacimento.

Per quanto riguarda la franchigia questa può essere assoluta e quindi l’assicurato deve pagare i danni che risultino inferiori o uguali alla cifra stabilita, oppure può essere relativa. In questo caso l’assicurato paga la franchigia anche in caso di risarcimenti più elevati della cifra stabilita; l’esclusione è una clausola che limita i casi in cui l’assicurazione è tenuta a pagare il risarcimento. In realtà la compagnia paga comunque il danno, ma poi esercita il diritto di rivalsa sull’assicurato richiedendogli la restituzione di quanto pagato. I casi più comuni di esclusione sono: guida senza patente; guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti; auto priva di revisione, etc…

Come abbiamo visto finora le possibilità di risparmio sull’assicurazione auto sono numerose, prima di usufruirne è bene valutare attentamente le implicazioni che questo comporta poiché in alcuni casi possono ripercuotersi negativamente sull’assicurato. Basti pensare all’evenienza che un auto assicurata con un unico conducente causi un sinistro mentre alla guida c’è un conducente diverso, questo esonererebbe l’assicurazione dal pagare il risarcimento che sarebbe a carico dell’assicurato.

5 Comments

  1. Pingback: Assicurazioni, le polizze di Genialloyd sbarcano su Facebook | Assicuro.it

  2. Pingback: Servizio Assistenza Sinistri All Inclusive | Assicuro.it

  3. Pingback: Assicurazioni auto economiche

  4. Pingback: RC auto, polemica sul risarcimento in forma specifica | Assicuro.it

  5. Raffaele says:

    E mai possibile pagare 2500 euro di assicurazione solo xke siamo a Napoli boh!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*